MotoGP, Vinales: "Ho provato a partire senza elettronica: non ha funzionato"

"In prova era andata bene senza launch control, ma col rumore attorno no. Questa gara non conterà troppo per il mondiale: tutto sommato ho perso un solo punto da Quartararo"

Share


La decima posizione, alle spalle di Fabio Quartararo è tutto ciò di buono che Maverick Vinales può contare nel GP di Francia.

“Ho perso troppo tempo dietro ad Alex Espargarò. Avremo più opportunità ad Aragon, ma oggi era troppo facile cadere - spiega, e aggiunge - Era troppo soffice davanti. E volevo prendere punti. Questa gara non conterà troppo per il mondiale perché ne ho perso solo da Fabio ma è vero che era una bella occasione”.

Sprecata. Maverick infatti è partito malissimo, tanto che al primo giro era addirittura penultimo nonostante scattasse con il quinto tempo dalla seconda fila.

“Il fatto è che ho cambiato modo di partire - spiega - sono partito senza usare l’elettronica. Avevo fatto delle prove ed aveva funzionato bene, poi però in gara non sono stato capace di riprodurre la stessa partenza, forse a causa del rumore attorno a me. Proverò nuovamente e ad Aragon saremo veloci”.

In effetti nulla o poco è perduto: questo mondiale continua ad essere di chi vuole perderlo.

“Il fatto è che la Yamaha è difficile sul bagnato, quando si è in gara con gli altri: da soli è un’altra cosa. Ho preferito passare solo Mir e non provare con Fabio per non rischiare di cadere. Quest’anno può accadere di tutto ed ora arrivano pista super buone: Aragon e Valencia. Ci arriviamo con tutto l’entusiasmo del mondo”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti