MotoGP, Test Portimao: Aleix Espargarò e Aprilia meglio di Rea

TEMPI - Lo spagnolo ha chiuso in testa la prima giornata di prove, 2° Smith. Vinales più veloce di Lorenzo con la Yamaha R1 stradale

Share


Si è conclusa con le due Aprilia davanti a tutti la prima giornata di test a Portimao. Aleix Espargarò, dopo essersi imposto nella sessione del mattino, si è migliorato ancora nel pomeriggio, portando il migliore riferimento fino al limite del 1’40”170, un paio di decimi meglio del tempo che era valso la pole position in SBK a Jonathan Rea lo scorso anno. Lo spagnolo però guidava una MotoGP, potendo la Casa di Noale ancora contare sulle concessioni.

Aleix nel pomeriggio (il turno era di 3 ore) ha completato 23 giri, mentre il suo compagno di squadra Bradley Smith (2° con un distacco di 0”952) ne ha fatti 26. I due piloti, domani, lasceranno le loro RS-GP a Lorenzo Savadori per volare a Le Mans.

Terzo posto per la Honda si Stefan Bradl, mentre al 4° c’è Michele Pirro, che però ha fatto solo 6 giri nel pomeriggio sulla Ducati Desmosedici. Non si è invece risparmiato Dani Pedrosa, per lui 33 giri e il 5° crono, davanti a Sylvain Guintoli sulla Suzuki.

Questo è stato anche il giorno del ritorno di Jorge Lorenzo sulla Yamaha M1, il maiorchino ha preferito conoscere il tracciato e riprendere il ritmo con la MotoGP, ed è ultimo in classifica, molto lontano dagli altri collaudatori.



In pista non c’erano solo i tester, ma anche molti piloti della MotoGP. In pochi però hanno montato i trasponder sulla loro moto, anzi solo tre. Tra questi c’è Maverick Vinales, che è stato così il più veloce con la moto stradale, staccando un interessante miglior tempo in 1’43”699 e, da vero stakanovista, ha completato 42 giri. A un secondo da lui Miguel Oliveira e Brad Binder, anche loro su una Yamaha R1. KTM infatti non ha in catalogo una supersportiva stradale e i suoi piloti hanno potuto scegliere fra la concorrenza. Pol Espargarò era su una Honda CBR.

Il più fortunato è stato Alex Marquez, che ha guidato la RC213V-S, il modello stradale derivato dalla MotoGP. Anche Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci non hanno potuto lamentarsi sulle Panigale V4 Superleggera, mentre Bagnaia e Miller hanno girato con le V4R.

In pista c’era anche Valentino Rossi, mentre Quartararo e Morbidelli hanno saltato il test. Per la Suzuki è stato Mir invece a girare con la GSX-R.



I TEMPI

Share

Articoli che potrebbero interessarti