Cambio gomme invernali 2020: tutto quello che c'è da sapere

Date, multe ed informazioni utili per non trovarsi impreparati alla sostituzione dei pneumatici adatti alla stagione fredda

Share


Il 15 novembre scatta il via all'obbligo di circolazione con le gomme invernali 2020. Un appuntamento fisso, come il Natale il 25 di dicembre, tanto per capirsi... Ci sono ordinanze, date, ma soprattutto le multe per chi non si adegua. Inutile dirvi che il vostro gommista di fiducia vi aspetterà a braccia aperte, sia per darvi consigli, che per farvi... un preventivo! Ma vediamo insieme cosa c'è da sapere in merito a tutto questo, perché un errore, può costare molto caro.

L'Ordinanza del Ministero

La Direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 16 gennaio 2013 prevede che tra il 15 novembre ed il 15 aprile l’Ente proprietario della strada e/o il gestore, possa “prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio”. Parliamo delle strade ove è previsto il divieto ovviamente, senza contare che è consentita una eventuale estensione temporale del periodo di vigenza per determinati punti ove si presentino delle condizioni climatiche particolari. Pensiamo ad alcune strade in montagna, in collina, o al nord Italia dove le temperature sono più rigide.

Sempre la direttiva emanata dal Ministero dei Trasporti, prevede una deroga in merito all’installazione dei pneumatici dedicati alla stagione. Si parla di un mese prima dall’entrata in vigore dell’obbligo. Se dunque l'obbligo è dal 15 ottobre, si ha un mese di "tolleranza" per cambiare gli penumatici. Ricapitolando, dal 15 ottobre al 15 novembre si ha la possibilità di installare le gomme invernali, così come dal 15 aprile al 15 maggio si devono installare quelle estive.

Gomme invernali 2020: chi ha l’obbligo?

L'obbligo del "cambio gomme", è previsto per i veicoli a quattro ruote, quindi le automobili, così come i TIR e gli altri mezzi pesanti. I ciclomotori a due ruote ed i motocicli ne sono esclusi. Queste due categorie, infatti, in caso di neve o presenza di ghiaccio sulla strada, non possono circolare per alcun motivo. Se l'asfalto è semplicemente bagnato, ed inizia a nevicare, vi è comunque il divieto di circolazione. Chiaramente, si raccomanda di montare tutte e quattro le gomme invernali, e non solo quelle di "trazione".

"Multa? Quanto le devo?"

Veniamo ora ai... dolori: la multa. Dal 15 novembre 2020 in poi, se venite sorpresi a circolare senza le gomme invernali ove è previsto l'obbligo, sarete in sanzione. Se nei centri abitati la sanzione minima è di 41 euro fino ad massimo di 168 euro (art. 7 commi 1 lett. a e 14 del Codice della Strada), fuori dai centri abitati le cose cambiano. Autostrada o strade extraurbana principale o assimilate, il minimo è di 84 euro, ma si possono toccare i 335 euro (art. 6 commi 4 lett. e, e 14). Potete però utilizzare gli penumatici standard se a bordo avete le catene. Una volta intimato l'alt dalle Forze dell'Ordine, dovrete equipaggiare l'auto con i mezzi antisdrucciolevoli. Questo perché, montare le gomme giuste, può salvarvi la vita.

M+S, la strana sigla

Ci sono poi i pneumatici definiti M+S (ma potete trovare anche le “MS”, “M/S”,”M-S”,”M&S”), sigla che sta per Mud plus Snow, ovvero fango più neve. I costruttori possono apporre sul fianco della gomma questa sigla, ma senza obblighi di legge, ma è una sorta di autodichiarazione del produttore durante la fase di omologazione dello pneumatico. Vantano caratteristiche di aderenza superiori rispetto alle gomme estive durante la stagione fredda, ma non v'è test alcuno che provi delle performace superiori. Ad ogni modo, sono consentite.

Al contrario, le gomme dotate del logo alpino (fiocco di neve e montagna stilizzata con tre cime), vengono definite 3PMSF, acronimo di “3 peak mountain snowflake”. Queste hanno superato dei veri e propri test di omologazione (previsti dal regolamento comunitario 117 dall’Unione Europea). Sono il top ed offrono prestazioni superiori rispetto agli M+S.

Share

Articoli che potrebbero interessarti