SBK, Bautista: "Ho problemi di grip al posteriore, il freddo non aiuta"

"Nel pomeriggio abbiamo fatto dei piccoli passi in avanti per migliorare in tal senso, ma la bassa temperatura non sta aiutando. La squadra e Honda stanno facendo un ottimo lavoro, sono fiducioso in vista delle prossime gare"

Share


La prima giornata di prove libere sul tracciato di Magny Cours non ha regalato particolari soddisfazioni ad Alvaro Bautista e alla Honda. Lo spagnolo del Team HRC non si è trovato bene con le difficili condizioni metereologiche sui saliscendi dell'impianto francese, arrancando in classifica in 18esima posizione a quasi quattro secondi dalla miglior prestazione del sempre più sorprendente Garrett Gerloff.

"Oggi è stata una giornata difficile - ha dichiarato Alvaro Bautista - a Barcellona mi ero trovato a mio agio in sella alla CBR sul bagnato, ma qui stiamo trovando condizioni totalmente differenti. Questa mattina non avevo grip al posteriore, il freddo non aiuta".

Un problema di non poco conto se si considera che, molto probabilmente, tutte le tre gare del fine settimana saranno condizionate dalla pioggia. Nel corso della FP2 non sono comunque mancate le prove tecniche per cercare di colmare questo svantaggio.

"Nel pomeriggio abbiamo provato alcuni componenti portati da HRC per migliorare sotto questo aspetto - ha proseguito - ho avuto fin da subito un feeling migliore con la moto. Non è stato un venerdì entusiasmante, però sono contento perchè abbiamo compiuto dei piccoli passi in avanti nel tentativo di aumentare l'aderenza sull'asfalto con la gomma posteriore".

Per la Casa dell'Ala Dorata non si sta trattando di un ritorno semplice nel contesto del World Superbike, con la nuovissima Fireblade CBR 1000RR-R SP considerata come un 'cantiere aperto', ma il 35enne si è detto fiducioso nei confronti di Honda in ottica futura.

"La squadra sta facendo un ottimo lavoro, io e Leon (Haslam, ndr) stiamo continuando tutt'ora a sviluppare la moto in vista del prossimo anno. Guardiamo avanti giorno per giorno. L'emergenza COVID 19 ha complicato i nostri piani in tal senso, inoltre abbiamo potuto svolgere solamente pochi test nella fase di pre-season. Per quanto mi riguarda sono soddisfatto della progressione avuta sull'asciutto, nell'ultimo round abbiamo mostrato a tutti le nostre potenzialità. Domani sono convinto che lotteremo per le posizioni di vertice" ha concluso.

Share

Articoli che potrebbero interessarti