Moto2, GP Barcellona: Marini vince e convince, Di Giannantonio 3°

Seconda posizone per Lowes. 4° Navarro davanti a Joe Roberts. 6° Bastianini che ora è a -20 in classifica Mondiale. 7° Bezzecchi 

Share


Doveva dare un segnale forte dopo l’errore della scelta della gomma post-bandiera rossa a Misano2 e Luca Marini lo ha fatto. Eccome se l’ha fatto. Pole position e record della pista ieri, vittoria di forza e prepotenza oggi. Barcellona si inchina allo strapotere di Luca Marini in Moto2 che oggi ha centrato il successo dopo una gara tirata, fatta di giri veloci e di ritmo, in lotta con Sam Lowes

“La gara di oggi è stata strana – ha detto Luca dopo la corsa – Con queste temperature pensavo di non avere un calo della gomma che però è arrivato a qualche giro dalla fine. Sam mi ha passato e io ho solo cercato di mantenere il suo passo ed aspettare il calo della sua gomma. Negli ultimi giri lui ha fatto dei piccoli errori e mi sono reso conto che potevo vincere”. 

Seconda posizione proprio per il britannico che dopo una partenza disastrosa ha recuperato posizioni e terreno arrivando addirittura a passare Marini al 16° giro. Lowes ha mostrato un gran ritmo gara, ma non abbastanza per battere il leader del mondiale. 

“Alla fine della gara abbiamo perso aderenza sia io che Marini – ha detto Lowes – Oggi per la prima volta sono tornato a guidare una gara dopo tanto tempo ed è stata una bella sensazione. Mi sto avvicinando sempre di più e devo ringraziare la squadra perché la moto oggi era davvero perfetta”. 

Podio, finalmente, per Fabio Di Giannantonio con la SpeedUP dopo una prima metà di stagione terribile. 

“Nell’ultimo giro ho iniziato a piangere perché mi è sembrato davvero un sogno tornare sul podio. Questo è il nostro obiettivo ed è solo l’inizio”. 

La vittoria di Marini ha anche una importanza incredibile per il mondiale visto che Enea Bastianini e Marco Bezzecchi si sono classificati in 6° e 7° posizione dietro a Navarro e Roberts. Ora Marini guida il campionato con 20 punti di vantaggio su Bastianini e questa di Barcellona potrebbe essere una vittoria cruciale per il Mondiale. A conferma di questo anche il lungo abbraccio con il fratello Valentino Rossi, nel Parco Chiuso. 

Belle bagarre e grandi sorpassi nel gruppo che ha perso Dixon e Vierge oltre che Jorge Martin. 8° posizione per Aron Canet sempre più vicino al titolo di miglior debuttante dell’anno. Dietro di lui hanno chiuso la top 10 Ramirez e Schrotter con Luthi 11° davanti a Nagashima, Garzo, Pons e Corsi. 16° Gardner. Caduta all’ultima curva dell’ultimo giro per Baldassarri, a terra anche Manzi e Dalla Porta per un contatto in curva 10. 

LA GARA

GIRO 1: Bella partenza per Marini e Bastianini con il pilota Italtrans che fuori dalla prima curva guadagna 5 posizioni. Buono lo stard di Di Giannantonio che ha passato Navarro e Lowes con Sam che è sceso in 6° posizione. Al termine del primo giro Marini, Di Giannantonio e Navarro hanno già un secondo di vantaggio sul gruppo. 

GIRO 2-3: Difficoltà per Bastianini che viene passato da Lowes, Roberts e Vierge. I britannici provano a passare anche Bezzecchi con Lowes che chiude il terzo giro di gara in 4° posizione all’inseguimento di Navarro. Intanto nelle retrovie caduta per Manzi e Dalla Porta dopo un contatto in curva 10. 

GIRO 4-5: Ritiro per Nicolò Bulega mentre nel gruppo di testa Di Giannantonio prova a mettere pressione a Marini. Ritmo forsennato per i primi tre ma Sam Lowes sta arrivando, miglior giro della gara per lui. Bezzecchi in lotta con Roberts e Dixon. Bastianini subito dietro in 8° posizione. 

GIRO 6-7: Lowes passa Navarro e punta la coppia tricolore Marini-Di Giannantonio. Lo spagnolo perde metri sul gruppo dei primi e viene passato anche da Roberts. Problema tecnico per Dixon che si ritira mentre perde molte posizioni Bezzecchi, errore per lui in curva 10. La bagarre Lowes-Di Giannantonio con un ingresso eccessivo del britannico favorisce Marini che passa sul traguardo con 1.3 secondi di vantaggio. 

GIRO 8-9 Caduta in curva 9 per Xavi Vierge mentre Lowes gira in 1:43.544 e recupera terreno su Marini. Al termine del 9° giro i decimi di vantaggio sono solo 6. 

GIRO 10-11-12: Lowes è attaccato a Marini, quando mancano 11 giri alla fine. Errore nel gruppone per Aron Canet. 3° posto per Fabio Di Giannantonio che mantiene un vantaggio di 1 secondo su Roberts. Lotta per la 6° posizione tra Bastianini e Fernandez. 

GIRO 13-14: Sembra che Lowes voglia aspettare ad attaccare Marini, i due hanno un passo simile anche se Marini guida molto più pulito. 

GIRO 15-16: Attacco di Lowes in curva 1, ora è il britannico a guidare la gara. Marini prova a stare dietro ma sembra che la Kalex del team Marc VDS sia messa meglio per quanto riguarda il degrado delle gomme. Ritiro per Jorge Martin, bella lotta per la 4° posizione tra Navarro e Roberts che stanno perdendo tempo in favore di Fernandez e Bastianini. Fuori dalla gara anche Chantra. 

GIRO 17-18: Lowes prova a dare tutto in questi giri prendendosi anche qualche rischio di troppo ed andando a toccare anche tre verdi. Marini sempre a ruota, 5 giri al termine. 

GIRO 19-20: Ora davanti spingono davvero forte, migliori parziali di gara per Luca Marini. Nel gruppo Bastianini ha passato nuovamente Fernandez. Navarro si sta avvicinando a Di Giannantonio per una lotta SpeedUP per la terza posizione. Piccolo errore per Lowes, Marini si avvicina.

GIRO 21: Sorpasso di Marini in curva 1, ora è bagarre per la vittoria! Lowes va lungo e ora il distacco è di 9 decimi. Caduta di Fernandez.

ULTIMO GIRO: Scappa e vola verso la vittoria Luca Marini davanti a Lowes e Di Giannantonio. Navarro, Roberts e Bastianini a seguire. 7° Bezzecchi. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti