MotoGP, Vinales: "Il campionato si deciderà solo nelle ultime due gare"

Share


Una rondine non fa primavera, ma una vittoria può cambiare il volto di un pilota. Dopo esserci riuscito a Misano, Maverick Vinales appare più rilassato e sicuro dei propri mezzi. Lo spagnolo della Yamaha aveva bisogno di voltare pagina e ora deve confermare di esserci riuscito. Anche perché sa di avere la possibilità di vincere questo titolo, ora che è a un solo punto da Dovizioso.

“Il campionato è aperto e lo rimarrà fino alle ultime due gare - la sua previsione - Cercherò di essere intelligente e costante, che è la cosa più importante. Adesso arrivano piste che mi piacciono, come Le Mans, Aragon e Valencia, e lo stesso vale per Barcellona, dovrò cercare di portare a casa il massimo”.

Dovrà però anche fare i conti con i limiti della M1, soprattutto su un circuito che presenta un lungo rettilineo.

La nostra priorità è partire dalla prima fila - ha sottolineato Maverick - Con la Yamaha prima ti metti davanti a tutti e meglio è. Lo abbiamo visto a Misano, avrei potuto riprendere Bagnaia se non fosse caduto, ma non so se sarei riuscito a sorpassarlo. Se fai una brutta qualifica poi diventa tutto più difficile”.

Stare davanti il sabato è una chiave, ma non la sola per sperare nel titolo.

La costanza sarà la cosa fondamentale. Noi siamo rapidi per un giro, ma dobbiamo esserlo per tutta la gara” ha osservato.

Infine Vinales ha immaginato il calendario per il prossimo anno.

“Nessuno sa cosa succederà - ha detto - A me piace molto avere tre gare consecutive, ma ho anche tanta voglia di lasciare l’Europa”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti