MotoGP, Pol Espargarò: "Sapevo cosa fare per far perdere tempo a Quartararo"

"Conosco la Yamaha, ho cercato di frenare in mezzo alla curva e poi di sfruttare l'accelerazione della KTM in uscita. La Honda nel 2021? L'ho scelta perchè so di poter migliorare"

Share


Dopo la gara della scorsa settimana, forse, sarebbe stato impossibile pronosticarlo (anche se nell’ormai consueto Bar Sport di fine weekend Carlo Pernat aveva detto che sarebbe potuto accadere). Pol Espargarò ha portato la KTM sul podio dopo che 7 giorni fa aveva chiuso la gara in 10° posizione a 12 secondi dal vincitore Morbidelli. 

“Un podio qui a Misano vale più di una vittoria in Austria per la KTM – ha detto Pol in conferenza stampa - Al Red Bull Ring sapevamo di andare forte, eravamo davanti in tutte le sessioni e ci si aspettava un risultato positivo. Qui, invece, lo scorso weekend siamo arrivati a 12 secondi dal primo e oggi solo a 5, questi distacchi sono una dimostrazione di quanto il risultato della gara sia incredibile”. 

Qual è stata la chiave di questa terza posizione? In cosa sei migliorato nella gara di oggi rispetto a 7 giorni fa?

“La mia gara è stata difficile. Ho scelto la gomma morbida al posteriore ed è stata una decisione difficile. Ieri ci ho pensato molto e anche nel warm up non ero convinto. Non volevo ripetere l’errore dello scorso weekend andando in gara con la media e allora ho voluto cambiare per andare forte nei primi giri e poi vedere in che posizione sarei stato. La scelta ha pagato perché sono riuscito a dare un distacco a Quartararo, poi negli ultimi giri la gomma è finita e ho iniziato a soffrire molto in ingresso di curva e sono stato vicino all’highside, in uscita non avevo la velocità giusta e Fabio si è avvicinato”. 

Da quel momento abbiamo visto una difesa incredibile della posizione da parte tua. Come hai cercato di tenere dietro la Yamaha?

“Sapevo che prima o poi mi avrebbe passato, ho solo provato a ritardare il più possibile il sorpasso. Conosco la Yamaha e conosco anche i loro punti deboli che sono staccata e accelerazione, lo frenavo forte in mezzo alla curva e cercavo andare via in uscita grazie all’accelerazione della KTM. Questa strategia ha pagato perché gli sono arrivato vicino e poi con penalità che gli hanno dato sono riuscito a salire sul podio”. 

Sembra che questo sia un campionato nel quale è fondamentale la scelta della gomma. Quanto influisce sul tuo lavoro durante il weekend?

“Le gomme sono una grande parte di questo campionato, noi lavoriamo per capire quali pneumatici usare in prova, quali in qualifica e quali gara. È molto difficile e una dimostrazione è Vinales che lo scorso weekend è andato molto forte con la dura al posteriore nel warm up e poi in gara è cambiato tutto. Lui pensava di aver fatto la scelta giusta ma non è stato così. È molto importante interpretare le gomme e se lo si fa bene si ha un bel vantaggio. Io oggi ho perso tanto nel finale con le soft ma non so come sarebbe andata con le medie”. 

Pol, questa KTM è ormai una sicurezza nella griglia della MotoGP. Ti trovi a -27 nel mondiale e sei caduto molte volte in questa stagione. Sicuro che sia stata la scelta giusta il passaggio in Honda HRC per il 2021?

“Oggi ho preso tanti punti e sono vicino ai migliori del campionato. Barcellona sarà una gara difficile ma da lì in poi le piste che affronteremo si potrebbero adattare bene alla KTM e sono sicuro che ci divertiremo. Per quanto riguarda il passaggio in Honda posso dire di essere ancora convinto di poter andare più forte su quella moto rispetto a quanto sto facendo ora. Nel momento in cui si prende una decisione si hanno a disposizione tutte le informazioni e se si è intelligenti si sceglie una situazione migliorativa. Se si fa una scelta sapendo di sbagliare o si è scemi o si viene pagati molti molti soldi. Se andrò male all’inizio proverò a lottare per migliorare come ho fatto quattro anni fa con la KTM”

Nel Warm Up abbiamo visto un incrocio di traiettorie e qualche gesto tra te e tuo fratello. Com’è andata?

“In pista non siamo fratelli. Se mi rompe le palle mi incazzo”.

Articoli che potrebbero interessarti