MotoGP, Pernat: "Bagnaia è il Dovizioso di due anni fa: ha voglia di vincere"

VIDEO - "Saranno Pecco, Vinales e Quartararo a giocarsi il GP a Misano, ma Rossi aleggia intorno a loro. Marini in Ducati? È possibile con un'uscita morbida di Rabat"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Come ogni sabato Carlo Pernat è stato il protagonista della nostra diretta (trovate il video integrale qui sopra) in cui ha commentato i principali temi della giornata di qualifiche a Misano e ha risposto a domande e curiosità dei lettori.

Questa volta l’eroe di giornata è stato Bagnaia.

“Pecco è l’unico che guida bene la Ducati, aveva ragione Gigi Dall’Igna a volere svecchiare la squadra e dare lo scettro a Pecco - l’opinione del manager genovese - Vedo invece un Dovizioso un po’ sminchiato, se mi permettete il termine, non ha quella cattiveria che deriva dalla voglia di vincere. Se devo fare un paragone, ora Bagnaia è il Dovizioso di due anni fa. Andrea è uno dei favoriti al titolo, ma se continua così lo vedrà col binocolo”.

Per il pilota di Pramac, però, non sarà una passeggiata in gara.

Ha fatto un salto in avanti la KTM,i test sono stati importanti per lei, ora c’è e potrebbe dare fastidio per la gara - ha continuato Pernat - La Yamaha è sempre la solita, spadroneggia in prova ma bisogna vedere cosa farà in gara, per Vinales sarà un Gran Premio chiave. Morbidelli non sta bene, non è veloce come settimana scorsa, mentre ho visto un Quartararo sorridente”.

Qualche Casa, invece, si è meritata una tirata di orecchie.

“Per Honda è la solita litania, guidare questa moto è difficile per tutti. L’Aprilia rimane anonima. Rins sta invece facendo il suo peggiore fine settimana della stagione, sta patendo Mir i bocciati.

Il secondo a Misano sarà un GP importante per delineare gli equilibri di una stagione senza padrone.

Questa gara dirà qualcosa in più sul campionato - ha osservato Carlo - La gara se la giocheranno Bagnaia e forse Quartararo e Vinales. Valentino è come un gufo che aleggia, non so se sarà da podio, ma nei primi 5 ci arriverà”.

Pernat ha anche parlato della possibilità di Marini di trovare il prossimo posto in Ducati con il team Avintia.

Rabat ha detto: mi avete seppellito prima che sia morto. Significa che non ha ancora deciso. La Ducati sta spingendo per Marini, ma in una settima non si risolveranno le cose. Per Tito potrebbe essere possibile un’uscita morbida, e allora l’arrivo di Luca sarebbe possibile, se invece forzeranno i tempi si otterrà il risultato opposto” ha detto il manager.

ASCOLTA IL PODCAST

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti