Moto2, Marini: "In MotoGP con Ducati? Lo spero, ma non so se ci sia posto"

"Non ho parlato con la VR46, sono concentrato sulla Moto2. Con la nuova gomma Dunlop si guida come in Moto3, in gara cercherò di scappare"

Share


Due su due: Luca Marini partirà dalla pole position domani a Misano, come fatto già la scorsa domenica. L’aria di casa sta facendo sicuramente bene al leader della Moto2, per cui si parla tanto di un possibile passaggio in MotoGP nel 2021, anche se i posti non abbondano. Al momento, l’unica possibilità è la Ducati con i colori del team Avintia.

Sinceramente negli ultimi giorni non ho parlato con nessuno della VR46 del mio futuro perché vogliono lasciarmi pensare solo a questo campionato - ha spiegato Luca - Non saprei se fare un’altro anno in Moto2 sarebbe una perdita di tempo per me, ma so che in MotoGP il livello è molto alto e che ci sono tante cose da imparare. Mi piacerebbe di andarci, lo spero, ma non so se ci sia posto per me”.

Poi Marini ha parlato del suo fine settimana.

“Sono molto felice perché abbiamo lavorato molto bene - ha sottolineato - Ho iniziato il week end cercando capire come migliorare ed è stata una buona decisone cambiare qualcosa sulla moto perché Dunlop ha portato una gomma posteriore più morbida per questo GP. Ti permettere di spingere molto, sembra di guidare una Moto3. Avevo capito in Austria che bisogna sempre cercare di migliorare, in quell’occasione avevo lasciato tutto com’era e nella prima gara ero arrivato 2° ma nella seconda 7°. Bisogna sempre fare qualcosa, anche se c’è il rischio di fare errori”.

Il pilota di Sky si aspetta una gara difficile.

Cercherò di partire bene e fare il mio passo - l’obiettivo - Credo che io, Bezzecchi, Bastianini e  Lowes abbiamo qualcosa in più degli altri. Cercherò di fare una gara come la scorsa,  anche se saremo tutti più vicini e sarà più difficile”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti