Moto3, FP2: Masia frantuma il record di Misano, 3° Celestino Vietti

Fernandez cade ma è 2° nella combinata grazie al tempo del mattino. Andrea Migno è 5°, 8° Foggia e 10° Nepa

Share


Il record di Misano di Martin, che resisteva da due anni, è caduto. A dargli la spallata decisiva è stato Jaume Masia che con la Honda del team Leopard ha firmato il tempo di 1’41”663, vale a dire quasi due decimi meglio del primato del suo connazionale.

Masia ha fatto la differenza in una classe in cui i distacchi sono sempre risicati, rifilando 3 decimi a Fernandez, che rimane 2° nella combinata della giornata grazie al tempo del mattino, mentre nel pomeriggio è scivolato alla curva 5.

Vicinissimo a Raul c’è Celestino Vietti, terzo e ultimo pilota a essere riuscito a scendere sotto il 1’42”. Non c’è riuscito per una manciata di centesimi invece Tatsuki Suzuki, che si è guadagnato comunque la quarta posizione davanti ad Andrea Migno, protagonista di una caduta alla curva 3..

Al 6° posto c’è invece Alcoba, che non è riuscito a migliorarsi delle FP2, a differenza di Salac che gli è alle calcagna. Anche Foggia e Rodrigo (quest’ultimo caduto all’ultima curva) sono 8° e 9° grazie al tempo del mattino, mentre Stefano Nepa si è migliorato e ha strappato l’ultimo posto in top ten.

Alle spalle dell’italiano ci sono Sasaki, il leader del Mondiale Arenas, Arbolino e Toba, che 14° è l’ultimo ad avere guadagnato l’accesso diretto in Q2.

Romano Fenati, invece, non è andato oltre al 17° posto, dietro a lui ci sono Riccardo Rossi e, a sorpresa, Ogura, che solo sabato scorso aveva fatto la pole posizione. In difficoltà anche Pizzoli con il 23° tempo e ancora di più Antonelli, 25° e ultimi degli italiani.

LA CLASSIFICA COMBINATA

Share

Articoli che potrebbero interessarti