MotoGP, Maverick Vinales: "Non penso a vincere, ma solo a divertirmi"

Share


Ha vinto il derby tutto Yamaha, si è preso pole position e record della pista e, cosa più importante, ha ritrovato il sorriso. Maverick Vinales è tornato ai suoi livelli, dopo tre Gran Premi in cui gli era successo di tutto e di più. Misano è stato una sorta di tonico rivitalizzante per la M1 e lo spagnolo non si è fatto trovare impreparato, fin dalla prima volta che è uscito dai box.

Mi ero guadagnato l’ingresso in Q2 già nelle FP1, quindi ho potuto concentrarmi sulla gara - ha raccontato il suo fine settimana - Ora devo solo pensare a divertirmi domani, arrivo da tre gare difficili  non voglio pensare troppo al risultato finale”.

Questo non toglie che abbia tutto che gli serve per puntare alla vittoria. Soprattutto, la Yamaha sembra essersi trasformata.

Non ho una vera spiegazione del perché la M1 qui sia così veloce - ha detto - Sicuramente la nostra moto si comporta bene sulle buche, ma poi tocca al pilota guidarla. Sicuramente questa pista si adatta bene, noi piloti Yamaha siamo tutti vicini, domani ognuno avrà la possibilità di vincere, ma in gara può sempre cambiare qualcosa, il grip sarà diverso”.

E bisognerà scegliere la gomma giusta.

Per me ogni opzione è buona - ha affermato Maverick - Credo che bisognerà approfittare di questo circuito ma, ripeto, penserò solo a divertimi e a sfruttare tutto il mio potenziale. Vedendo i tempo non penso che la Ducati sia fuori dai giochi, Miller e Bagnaia saranno davanti. Non siamo nemmeno a metà stagione, il campionato è ancora aperto”.

Vinales ha anche parlato del sistema di comunicazione via radio che, dopo un primo esperimento con Bradl, tutti i piloti proveranno martedì nei test.

Se non disturberà a me andrà bene - la sua opinione - Penso che sia utile soprattutto per migliorare la sicurezza, per avvertire il pilota in caso di bandiera gialla o rossa. A me capita spesso di parlare sotto al casco, magari quando faccio o ricevo un sorpasso, sarebbe sicuramente divertente, aumenterebbe lo spettacolo ma non deve pregiudicare la sicurezza.

Share

Articoli che potrebbero interessarti