Moto2, In Austria prima gioia per Martin, Marini è 1° nel mondiale

Gara ridotta 13 giri dopo l'incidente di Bastianini che ha coinvolto anche Syahrin. Seconda posizione per Marini con anche Schrotter a podio davanti a Lowes e Vierge, 6° Bezzecchi

Share


Dopo le incredibili emozioni della gara di Moto3, decisa all’ultimo giro e chiusa con la vittoria del leader del mondiale Albert Arenas, anche la classe di mezzo non ha deluso le aspettative regalandoci una corsa piena di colpi di scena. 

L’episodio chiave è avvenuto al quarto giro con la caduta del leader del mondiale Enea Bastianini in curva 1. La Kalex del team Italtrans è rimasta nel mezzo della pista, proprio come il pilota che per fortuna è stato schivato da tutti. Ad avere la peggio è stato Syahrin, ex pilota MotoGP che ha centrato la moto di Bastianini cadendo a terra in un terribile incidente che ha coinvolto anche Edgar Pons. Tutti i piloti sono stati dichiarati coscienti con Syahrin che è stato trasportato in ambulanza al centro medico dove, grazie alla macchina per la TAC arrivata nel paddock del Red Bull Ring proprio questo weekend sono state escluse fratture al bacino e al femore. 

Ovviamente la gara è stata interrotta con bandiera rossa per permettere ai commissari di pulire la pista dai numerosi detriti delle moto coinvolte nell’incidente. 

La ripartenza, corsa su 13 giri, è stata una vera e propria gara sprint con Jorge Martin che con la Kalex del team Red Bull, in casa della Red Bull, è riuscito ad arrivare davanti a tutti siglando la sua prima vittoria in Moto2. Martin non vinceva nel motomondiale dal GP di Malesia 2018 quando il successo gli valse anche il titolo mondiale. Con il successo di oggi Martin si è portato terzo nel mondiale a -14 da Enea Bastianini che però a causa dello zero di oggi ha perso la testa della classifica in favore di Luca Marini, secondo al traguardo oggi e primo nel mondiale a +5 dal pilota Italtrans. 

“Sono abbastanza contento di questa gara – ha detto Marini – Mi è mancato sempre qualche decimo durante il weekend e anche cambiando le cose sulla moto non sono riuscito a migliorare ma fortunatamente ci sarà un altro venerdì a disposizione per migliorare”. 

Terza posizione per Marcel Shrotter a 2 secondi e mezzo da Marini davanti a Lowes e Vierge, che ha sbagliato all’ultima curva regalando il quarto posto a Lowes. 

“Questo podio ha dell’incredibile, non avevo il passo per arrivare al Parco Chiuso ma è andata bene – ha detto Schrotter – Ho dovuto spingere molto oggi per essere competitivo”. 

Sesta posizione per Marco Bezzecchi che alla ripartenza della gara era sembrato essere uno dei pretendenti per il podio salvo poi commettere una serie di errori in frenata. Nel finale un contatto con Sam Lowes che, proprio come fatto con Schrotter a Jerez ha alzato il gomito a distanza ravvicinata sbilanciando l’avversario.

Settimo posto per Luthi davanti a Fernandez e Aron Canet, migliore delle SpeedUP al traguardo vista anche la caduta di Jorge Navarro. Top 10 anche per Joe Roberts che è riuscito a tenere dietro di sé Baldassarri. 

Per quanto riguarda gli altri italiani si sono classificati in 16° e 17° posizione Bulega e Manzi con Dalla Porta 19°, Corsi in 20° posizione e Di Giannantonio in 21°. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti