SBK, Razgatlioglu non fa sconti e si prende anche la FP3, 5° Redding

Alle spalle del turco la Yamaha di van der Mark, poi la Kawasaki di Rea seguito da Baz, 7° Rinaldi, 9° Bautista poi Davies, 19° Melandri

Share


Fuoco alle polveri a Portimao per l’ultimo turno di libere prima della Superpole. Nella FP3 del sabato mattina ci ha pensato ancora una volta Toprak Razgatlioglu a recitare la parte di protagonista. Giù il cappello di fronte alla prestazione del turco che mette in riga la concorrenza.

Il crono di 1’41”658 gli consegna il riferimento della sessione davanti all’altra Yamaha, ovvero quella del compagno Michael Van der Mark, in ritardo dalla vetta di soli 186 millesimi. Nei piani alti della classe rimane aggrappato anche Johnny Rea, che mette nel mirino le due R1 col terzo tempo a due decimi dal leader (+0.212).

Come si evince dalla classifica, i tempi sono particolarmente contenuti, dal momento che in un secondo troviamo ben undici piloti. Tra questi spicca Scott Redding, che chiude il turno in quinta posizione (+0.304), preceduto dalla Yamaha di Loris Baz. Non male vedere tre R1 nei primi quattro posti.

Volgendo invece lo sguardo in casa Ducati, detto del quinto crono di Scott, fatica il compagno di squadra. Già, perché Chaz Davies (+0.889) non riesce ad andare oltre il decimo tempo, preceduto dalla Honda di Alvaro Bautista (+0.672). A quanto pare il gallese non riesce ancora a dare quel colpo di reni sperato dopo un venerdì che lo ha visto rincorrere e lontano dai piani alti.

Ancora una volta ha saputo fare meglio Michael Rinaldi, che in sella alla sua Panigale V4 aggancia la settima piazza, incalzato dalla Kawasaki di Alex Lowes. Fuori dalla top ten Leon Haslam, il quale finisce nella morsa dei portacolori GRT, Gerloff e Caricasulo. 19° invece Marco Melandri.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti