SBK, Krummenacher-Ducati: soli otto decimi più lento dal giro veloce a Misano

Randy: “Sarà molto difficile per i piloti e i meccanici rispettare tutte le norme di prevenzione in pista. La Superbike? Barni mi voleva lo scorso anno”

Share


La scorsa settimana il tracciato di Misano ha visto il test team Ducati in azione. Tra i piloti protagonisti presenziava anche Randy Krummenacher. Per l’occasione il pilota svizzero ha cavalcato per la prima volta la Ducati V4 del team Barni, dal momento che Barnabò ha deciso di affidarsi all’elvetico, vista l’impossibilità di Leon Camier nel raggiungere l’Italia.

Secondo quanto riportato dai colleghi di Speedweek, a Misano Krummenacher  ha girato soli otto decimi da quello che è il giro veloce in gara, ovvero 1’34”720, realizzato nel 2015 da Johnny Rea. Non male quindi come debutto quello dello svizzero in sella alla Rossa: “Devo dire che è stata davvero una bella esperienza – ha dichiarato – ci siamo concentrati in particolare sull’erogazione del motore e la ciclistica, cercando di trovare le giuste sensazioni. È stata una giornata comunque strana – ha aggiunto – mi riferisco in particolare alle norme di prevenzione da seguire in pista. C’è infatti un regolamento di 20 pagine da leggere e seguire e sono convinto che non sarà così semplice mantenere le regole scritte in pista. Parlo ad esempio delle distanze di sicurezza”.

Randy mostra quindi alcune perplessità: “Ovviamente la salute è al primo posto, ma ho alcuni dubbi che si riesca a seguire tutto ciò – ha aggiunto – quella di Misano è stata una giornata impegnativa. Appena scendi dalla moto devi mettere mascherina e guanti, per un pilota non sarà semplice rispettare tutte queste indicazioni durante il weekend di gara”.  

Infine non manca una battuta in merito alla sua avventura in SSP con MV Agusta: “Lo scorso anno parlai con Barni – ha svelato – ma alla fine non se fece nulla. Decisi quindi di scegliere il progetto con MV e sono felice di questa occasione”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti