MotoGP, Ezpeleta: "Nessun finto pubblico in tribuna, offriremo bei Gran Premi"

"I diritti TV ci consentiranno di fare Gran Premi senza pubblico. Abbiamo congelato gli sviluppi per consentire ai team satellite di recuperare il gap dalle squadre ufficiali"

Share


Con un annuncio relativo al mondiale Superbike la Dorna ha praticamente gettato le basi di entrambi i campionati.

La prima a tornare in pista sarà la classe regina, con un pre-test il mercoledì’ precedente al GP di Jerez, il 19 luglio.

“Sarà un Campionato del Mondo molto competitivo con meno gare del previsto, quindi dovremo stare attenti con un incidente o uno zero, dovranno fare una tattica per sapere come distribuire i loro sforzi - ha detto Carmelo Ezpeleta a Marca -  nel 2021 ne uscire più forti ,dopo quello che sta succedendo, dobbiamo dimostrare che abbiamo la forza e la capacità di uscirne. Gli sponsor sono con noi e vogliono continuare. Ora dobbiamo garantire gli stipendi per diverse squadre, magari con sponsor più piccoli, e anche congelare i regolamenti per due stagioni per alleviare gli investimenti".

Il congelamento dello sviluppo di motori e aerodinamica offrirà anche la possibilità di diminuire la distanza fra squadre ufficiali e satelliti.

"Se non avessimo fermato gli sviluppi, il gap si sarebbe riaperto. Il congelamento di queste regole ci permette di alleviare in parte il calo degli sponsor nelle squadre più piccole, e dà anche spazio alla parità. KTM e Aprilia hanno più motori e test per poter recuperare terreno nel corso della la stagione”.

Alla base dei pensieri del boss della Dorna ci sono comunque i diritti TV.

"Le squadre vivono di quello che guadagnano dalle gare, quindi abbiamo dovuto aiutarle in previsione di dover sospendere il campionato. I diritti televisivi sono essenziali e grazie a quel reddito possiamo fare le gare senza spettatori. Non useremo sagome cartonate sulle tribune per simularne la presenza, ci concentreremo a fare le migliori gare possibili".

Share

Articoli che potrebbero interessarti