MotoGP, A. Marquez: "Il premio per la vittoria? Cucinare per me e per Marc"

"Visto l'esito della gara toccherà a me, o rischio di andare a dormire senza cena". Il vincitore della MotoE Ferrari: "L'allenamento di questi giorni ha pagato"

Share


Chi lo avrebbe detto che in una domenica di maggio ci saremmo trovati a raccontare che Alex Marquez ha battuto il fratello Marc all’ultima curva di un Gran Premio? Probabilmente nessuno, ma in tempi di Coronavirus e gare virtuali accade anche questo. Il più giovane della stirpe Marquez ha infatti conquistato la virtual race di Misano, la quarta della “Stagione”, ed è diventato il primo a vincere più di una gara.

E’ stata la gara più divertente di tutte probabilmente ha raccontato Alex nella live post gara andata in onda sul canale Instagram della MotoGP – visti i tanti contendenti per la vittoria e la battaglia finale. All’ultimo giro Marc aveva paura che lo passassi o che cadessimo entrambi, ma all’ultima curva lui è andato largo mentre io ho frenato nel punto giusto, così sono riuscito a batterlo”.

La battaglia per la vittoria ha riguardato anche Fabio Quartararo, partito nuovamente a favorito e finito nuovamente fuori dal podio.

“Fabio era davvero veloce, girava quasi un secondo più veloce di tutti. In MotoGP20 devi stare attento alle cadute perché perdi davvero tanto tempo, ed è ciò che è successo a lui quando è scivolato a metà gara. Senza la caduta non credo sarei riuscito a riprenderlo, e da lì è iniziata la battaglia”.

In casa Marquez non sono mancati i festeggiamenti per il risultato di famiglia, così non mancheranno (probabilmente) le “Vendette”.

“Marc ha voluto celebrare la gara in qualche modo, usando il suo profilo Tik Tok. Come molti abbiamo usato molto i social in questo periodo, per distrarci e passare il tempo. Stasera credo cucinerò io per entrambi visto come è andata la gara, o rischio di andare a letto senza cena (ride ndr). Cucino meglio di Marc, non sono uno chef ma me la cavo. Adoro la carne e spesso mi cimento con lei: i miei piatti sono molto basici, ma preferisco cucinare piuttosto che pulire”.

Alex non è stato ad ogni modo l’unico vincitore di giornata, dato la prima storica virtual race della MotoE è stata conquistata da Matteo Ferrari, che si conferma re di Misano dopo le due vittorie in altrettante gare “Reali” del 2019.

“Sono molto felice per la pole e per la vittoria. Ho rischiato tanto cadendo all’ultima curva - ha ammesso Matteo - ma è andata bene: mi sono allenato tanto in questi giorni, tra un allenamento all’altro. Negli anni scorsi ho sempre un po’ faticato a Misano, ma ora posso dire che è una delle mie piste preferite”.

Il romagnolo è tornato in pista anche nella realtà, essendo stato uno dei pochi fortunati a calcare il nuovo asfalto di Misano giovedì scorso.

“Tornare in pista dopo due mesi è stato davvero bello, la prima uscita dai box è stata incredibile. Mi sono divertito, anche grazie al nuovo asfalto che è stato realizzato in maniera davvero ottimale. Durante la quarantena ho cercato di restare concentrato ed in forma, ma mi sono anche rilassato leggendo libri o giocando con la Playstation”.

Nel futuro di Matteo c’è ovviamente la difesa del titolo in MotoE, ma non solo. “Ad inizio anno io ed il team avevamo programmato dei test con la Moto2 e probabilmente delle wild card, ma ora è ovviamente tutto in stand by. Spero che la situazione si sblocchi perché sono davvero curioso di provare il motore Triumph”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti