MotoGP, Rossi - Petronas: è fatta, si discute sulla squadra per Valentino

Praticamente raggiunto l'accordo tra il Dottore e il team malese: un contratto annuale più opzione per il 2022. Al suo fianco ci sarà Morbidelli

Share


Valentino Rossi ha già ripreso gli allenamenti al Ranch, in compagnia del fratello Luca Marini e di Franco Morbidelli, anche loro residenti a Tavullia e quindi liberi di potere risalire in moto sulla pista di dirt track. Il 14 maggio, invece, è prevista una giornata in pista a Misano, con anche gli altri piloti della Riders Academy. Il Dottore, però, non è solo ritornato in sella, ma ha anche portato avanti le trattative con il team Petronas, che sono in una fase molto avanzata.

Dopo la scelta di Yamaha di puntare su Quartararo in prima squadra, al fianco di Vinales, da Iwata era arrivata la promessa di una moto ufficiale per Valentino nel caso volesse continuare a correre. Logicamente, i colori avrebbero  dovuto essere quelli di Petronas, il team satellite.

Qualche settimana fa Rossi aveva spiegato di avere intenzione di correre anche nel 2021 e ha avviato le trattative con la squadra malese. Si potrebbe dire che è stato quasi un pro forma, perché il campo era più che preparato. Valentino si è convinto e l’accordo è cosa fatta, per finalizzarlo con la firma sul contratto mancano solo la firma e qualche dettaglio.

Il più importante riguarda la squadra di tecnici che il Dottore porterebbe con sé. Valentino è stato uno dei primi piloti a volere sempre con sé lo stesso team, prima quando passò da Honda a Yamaha e lo stesso in Ducati, chiaramente vorrebbe fare lo stesso anche il prossimo anno, quando sarà sulla M1 marchiata Petronas. Non è un grande scoglio da superare, perché Quartararo potrebbe fare lo stesso trasferendosi con i suoi uomini nella squadra ufficiale.

Per quanto riguarda i termini dell’accordo, si tratterebbe di un contratto annuale con un’opzione per il 2022, nel caso Valentino volesse posticipare ancora il ritiro.

Il team Petronas ha bisogno di chiudere in fretta perché questa strana stagione comporta di chiudere anticipatamente gli accordi pubblicitari. E nel caso di Rossi si parla di un personaggio capace di spostare molti equilibri.

Il suo compagno di squadra sarà Franco Morbidelli, che piace molto ai vertici di Yamaha e che è perfetto per il team Petronas, nato con l’obiettivo di fare crescere i giovani per prepararli alla squadra ufficiale.

Valentino giovane non è, ma mediaticamente è una gallina dalla uova d’oro per Petronas che potrebbe sfruttare la sua immagine in un momento complicato per tutti. Anche per una delle squadre più solide (economicamente) del paddock che, a causa dell’attuale crisi, si è trovata comunque costretta a tagliare del 50% lo stipendio ai suoi membri.

Nelle prossime settimane si sistemeranno i dettagli, poi si decideranno i tempi dell’annuncio. Rossi aveva detto che avrebbe deciso il suo futuro prima dell’inizio del campionato, senza dubbio è stato di parola.

Share

Articoli che potrebbero interessarti