MotoGP, Rossi: “Per le Virtual Race sono lento perché vecchio”

Il 46 non ci sarà nel weekend: “Meglio lasciare spazio a uno come Vinales, alle gare virtuali della MotoGP preferisco quelle con le macchine”

Share


L’appuntamento è per domenica 3 maggio, quando andrà in scena la terza Virtual Race di questo 2020. Dopo le tappe di Mugello e Red Bull Ring, i riflettori saranno puntati sul tracciato di Jerez, dove per l’occasione saranno protagonisti anche i piloti di Moto2 e Moto3.

Insomma, si preannuncia una vera e propria abbuffata per il fine settimana. Ovviamente gran parte dell’attenzione sarà rivolta sulla classe regina con Bagnaia che cercherà il bis, mentre Vinales sarà affamato di rivincita dopo il secondo posto di quindici giorni fa.

Sarò lo spagnolo l’unico portacolori di casa Yamaha, vista l’assenza di Valentino Rossi. Proprio il Dottore, al canale MotoGP.com, ha spiegato il motivo della sua rinuncia: “Solo Maverick disputerà il Gran Premio Virtuale perché dovevamo scegliere un solo pilota per ogni squadra – ha spiegato il 46 - ho pensato che fosse meglio lasciare spazio a Maverick che è molto più competitivo di me”.   

Valentino entra poi nel merito della questione: “Mi sono divertito molto. Non sono molto veloce con i giochi perché sono vecchio – ha aggiunto - sono cresciuto con la PlayStation che mi regalò mia madre e quando ero più piccolo ci giocavo molto però preferivo competere con le macchine, quindi non sono mai stato davvero competitivo con i giochi del MotoGP. Mi sono allenato la settimana prima e onestamente mi sono divertito davvero molto – ha concluso - Pecco e Maverick sono molto veloci ma la parte più bella per me è stato battagliare con Petrucci fino all’ultima curva”.

Insomma, chissà mai che la prossima sfida possa essere al volante di una F1. Il salto dalle due alle quattro ruote può essere più breve di quanto si pensi, virtualmente parlando.

Share

Articoli che potrebbero interessarti