MotoGP, Germania:stop allo sport fino al 31 agosto, salta il GP al Sachsenring

Le nuove normative del Governo tedesco escludono la possibilità di correre a fine giugno come era previsto

Share


La Germania si prepara a ripartire. Dal prossimo lunedì riapriranno alcuni esercizi commerciali, concessionari d’auto e a inizio maggio anche gli studenti potranno tornare a scuola. Lo sport, però, non godrà di questa (limitata) libertà e tutti i grandi eventi pubblici, anche quelli sportivi, saranno proibiti fino al 31 agosto.

Questo significa che il Gran Premio del Sachsenring, ancora in calendario per il 21 giugno, non si farà ed è difficile pensare che organizzarlo a porte chiuse possa aggirate il divieto del Governo tedesco.

Ci sono quindi solo due possibilità: o cancellarlo, o rinviarlo in autunno, anche se le temperature del Sachsenring non sono le più miti da settembre in poi.
 
La nuova data di partenza, basandosi sul vecchio calendario, sarebbe quella del 28 giugno, ad Assen, ma è una vana speranza pensare che il GP di Olanda possa essere corso in quella data.

Si passa quindi a luglio, il 12, con la gara in Finlandia. che potrebbe, e il condizionale è più che mai d’obbligo, essere la prima tappa del campionato. Sono però solo ipotesi, perché Dorna e FIM non hanno ancora comunicato il nuovo calendario dopo i rinvii, dei GP di Spagna, Francia, Italia e Catalogna.

Sicuramente ci saranno grosse novità e più di una gara verrà cancellata. Nel migliore dei casi, si spera di riuscire a correre 10 Gran Premio, anche al costo di organizzarne 2 consecutivi sullo stesso circuito e a farli a porte chiuse.

Share

Articoli che potrebbero interessarti