BMW R 18: la Casa dell'Elica torna nel mondo custom

Tra storia e tradizione, BMW riapre "alle cromature" dopo quasi 15 anni di latitanza con una custom... spaziale

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Finalmente, eccola! Abbiamo il nome: BMW R 18, la nuova moto che va ad inserirsi nel segmento delle cruiser. Una moto che però si rifà a pieno titolo alla tradizione delle moto storiche BMW, con un richiamo alla R 5, con il motore boxer, e che boxer. Parliamo di un "Big Boxer" vista la cilindrata di 1800 cc, anzi, 1802 per la precisione. Veniamo subito al dunque e vediamo come è fatta!

Il "Big Boxer"  da oltre 150 Nm di coppia massima

Come già detto in apertura, i tedeschi lo hanno soprannominato “Big Boxer”. E' effettivamente enorme, gigantesco, con i suoi 1.802 cc. La potenza massima, che poco conta su queste moto, è di 67 kW, ovvero 91 CV a 4750 giri/min, mentre la coppia massima è da TIR: da 2.000 a 4.000 giri/min infatti, sono sempre disponibili più di 150 Nm di coppia.

Un classico: il telaio doppia culla

Il telaio, in acciaio, è con struttura a doppia culla. La qualità di fabbricazione ed una meticolosa attenzione ai dettagli, fanno il resto. Particolari non visibili, come i giunti saldati tra i tubi in acciaio e le parti fuse o forgiate, fanno la differenza. Il forcellone posteriore poi, circonda l’asse di trasmissione posteriore in uno stile autentico tramite giunti bullonati. La forcella è classica, con steli da 49 mm ed è ovviamente dotata di copri forcella, mentre al posteriore abbiamo un sistema Cantilever. L’impianto frenante è  poi costituito da un doppio disco freno all’anteriore ed un singolo disco freno al posteriore. Innegabile il fascino delle ruote a raggi.

Tecnologica? Perché no

Poteva mancare la tecnologia su una BMW? La nuova R 18 offre inoltre tre modalità standard di guida: “Rain”, “Roll” e “Rock” , cosa del tutto insolita per questo segmento. L’allestimento standard include inoltre l’ASC (Automatic Stability Control, escludibile) ed il controllo della coppia di trascinamento del motore (MSR). Tra gli altri optional, è prevista la retromarcia assistita ed il noto sistema Hill Start Control.

BMW R 18 First Edition: massima esclusività

La prima versione disponibile sarà la R 18 First Edition che presenta la classica finitura nera con verniciatura con filetti bianchi. Tra gli altri elementi di spicco si hanno numerose superfici cromate, logo sulla sella e targhetta cromata con scritta “First Edition” sulle coperture laterali. Inutile dirvi che sono previsti una quantità immane di optional. Parliamo di parti personalizzate e collezioni by Roland Sands Design “Machined” e “2- Tone Black”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti