Coronavirus - un ospedale invece del Salone di Detroit 2020

A causa dell'emergenza sanitaria, il polo fieristico diventerà un gigantesco ospedale per curare i malati

Share


Il Coronavirus (qui trovi la stretta sulle multe) continua a mietere vittime, non solo tra gli esseri umani, ma anche tra gli eventi sportivi e non. L'ultimo evento di carattere mondiale nel settore del prodotto auto ad essere annullare era stato il Salone di Ginevra. E' notizia di poco fa, l'annullamento anche del Salone di Detroit, la fiera dell'auto più importante d'America. Niente posticipo dunque, ma direttamente un arrivederci al 2021. C'è poi dell'altro da dire, poiché il polo fieristico, a dir poco gigantesco, sarà trasformato in un enorme ospedale.

La nota sul sito Ufficiale

Riportiamo la nota pubblicata sul sito ufficiale del Salone: “Il North American International Auto Show (NAIAS) ha annunciato che cancellerà la sua edizione prevista per 2020 a Detroit a causa della pandemia di Coronavirus che sta dilagando in tutto il mondo, oltre che dei piani della Federal Emergency Management Agency di trasformare il Centro TCF in un ospedale da campo temporaneo". - continua - "Con gli oltre 100 centri congressi e strutture in tutto il Paese considerati potenzialmente adatti ad ospitare ospedali temporanei, è stato immediatamente chiaro che il Centro TCF sarebbe stata un'opzione da non scartare per creare un centro di assistenza così da soddisfare gli urgenti bisogni sanitari della nostra comunità".

Si trasformerà dunque in un gigantesco ospedale da campo, senza contare che tutte quelle persone insieme, avrebbero aumentato il rischio di contagio. L'appuntamento dunque è fissato per il 2021, più precisamente dall'11 al 26 giugno. Non ci sarà poi una edizione digitale come fatto per il Salone di Ginevra, quindi le Case, per presentare i mezzi, dovranno rivedere tutto. Il direttore esecutivo del Naias Rod Alberts ha aggiunto: “La salute e il benessere dei cittadini di Detroit e del Michigan sono di primaria importanza. Il Tcf Center è il luogo ideale per impiantare l’ospedale da campo, in questo momento critico e senza precedenti”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti