Cancellati voli tra Italia e Spagna, test MotoGP e round SBK a rischio

Il provvedimento è entrato in vigore e lo sarà fino al 25 marzo, dal 18 al 20 Aprilia aveva programmato una sessione di test privati assieme a KTM, Suzuki e Honda a Jerez, dove dovrebbe correre la SBK dal 27 al 29

Share


Saltata la tappa del Qatar e spostata quella della Thailandia, la prima occasione per rivedere in pista le MotoGP sarebbe dovuta essere la sessione di test privati organizzata a Jerez tra il 18 ed il 20 marzo. Un test a porte chiuse, con in pista la KTM, che ha prenotato la pista, assieme a Suzuki, Honda e Aprilia. Ognuno di questi costruttori doveva partecipare al test in questione con il proprio test team, ma Aprilia e KTM, usufruendo della regola sulle concessioni, avrebbero potuto schierare in pista anche i piloti ufficiali oltre che i tester.

Oggi è stata però diffusa la notizia sulla cancellazione dei collegamenti aerei tra Italia e Spagna in vigore a partire da oggi e fino al 25 marzo. Questa notizia, assieme all'attuale decreto ministeriale che ha di fatto messo l'Italia in quarantena, rende estremamente difficile immaginare il regolare svolgimento del test in questione, quanto meno per tutto il personale italiano. Nel caso di Aprilia, si tratta della gran parte del test team ed anche Lorenzo Savadori, confermato nel nuovo ruolo di tester, potrebbe avere difficoltà analoghe a quelle del resto della squadra.

Per adesso non ci sono comunicazioni ufficiali in merito, anche perché non essendo un test ufficiale organizzato da Dorna, non era prevista copertura mediatica dell'evento. La cancellazione dei voli tra Italia e Spagna è in ogni caso un vero colpo al cuore del paddock dell'intero motomondiale, perché di fatto la stragrande maggioranza delle persone presenti nel paddock in tutte le categorie risiede in uno di questi due Paesi. 

Inutile sottolineare che anche la tappa SBK prevista sempre a Jerez nel fine settimana tra il 27 e il 29 marzo è sempre più a rischio. Non ci sono ancora decisioni in merito ed anche questa volta, come accaduto in occasione della tappa di Losail riservata alle derivate, le comunicazioni latitano. Ai team non è stato ancora comunicato nessuno spostamento del calendario, e per adesso la tappa andalusa del mondiale SBK è confermata, ma la situazione è ovviamente in costante divenire e presto arriveranno aggiornamenti.

 

Ascoltate FUORIPISTA il Podcast con Paolo Scalera, Carlo Pernat e Matteo Aglio

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti