Moto3, Giro di vite contro i furbetti: chi ostacola un pilota perde un turno

Per evitare comportamenti pericolosi sarà possibile fermare al box per un turno il colpevole, inasprite anche le sanzioni per la gara

Share


Trenini interminabili, piloti che aspettano la scia migliore passeggiando per la pista: è uno spettacolo consueto in Moto3 dove, soprattutto in qualifica, sembra più importante trovare il traino giusto invece che concentrarsi sull’essere il più veloce possibile.

Già da qualche tempo la Direzione Gara aveva cercato di aumentare le penalità per certi comportamenti che possono anche creare pericolo. Quest’anno, ha inasprito ancora più le pene.

Capotecnici e piloti della Moto3 sono stati informati in Qatar che nessuno la passerà liscia. Nel caso si ostacolasse un altro pilota non ci si limiterà a una penalizzazione sullo schieramento, ma si fermerà il colpevole nel turno successivo. Ad esempio, per un’infrazione nelle FP2 si potrebbe restare fermi nelle FP3, se succedesse nelle FP3, invece, non si disputerebbero le qualifiche.

Nel caso che la scorrettezza fosse fatta in qualifica, le pene sono state inasprite: in quel caso non si perderebbe la gara, ma si potrebbero scontare delle penalità, come il Long Lap Penality, durante la corsa.

Queste misure sembrano avere sortito il loro effetto perché nelle qualifiche di Losail i piloti sono stati più attenti del solito.

Share

Articoli che potrebbero interessarti