SBK, Chaz Davies: "Per fortuna c’è una sola Phillip Island in calendario”

"Si tratta di capire come far rendere ls Panigale su questa pista. Ho fatto solo alcune lievi modifiche da ieri ad oggi, è stata una gara particolare perchè conservativa”

Share


Si intravedono segnali di ripresa in casa Chaz Davies, ed il quinto posto ottenuto in Gara2 lo dimostra. Certamente siamo ancora lontani dai fasti dell’epoca in cui il gallese era il primo rivale di Rea per il titolo, ma Chaz sta lentamente capendo la Panigale V4, e l’essere stato con i migliori può certamente essere un’iniezione di fiducia.

“E’ stata una gara particolare perché conservativa - racconta Chaz - cosa che mi ha permesso di essere della partita con i migliori. Ho compiuto alcune modifiche di assetto insieme alla squadra ma nulla di rivoluzionario, per cercare di capire meglio alcuni aspetti”.

Il tracciato australiano d’altro canto non è il terreno migliore per giudicare il gallese, come lui stesso conferma candidamente.

“Phillip Island è una pista particolare, ed è sempre stata difficile per me anche se ho raccolto alcuni buoni risultati. Si tratta principalmente di capire come riuscire a sfruttare il potenziale della Panigale V4 in piste come queste, e per fortuna c’è solo una Phillip Island nel calendario”.

La testa infine di Davies è già proiettata al prossimo round ossia il Qatar, dove le previsioni sembrano essere più rosee.

“L’anno scorso ho avuto un buon passo durante il weekend, e credo di sapere in che direzione dover andare per quanto riguarda l’assetto: qui a Phillip Island la situazione era diversa, dato che l’assetto usato l’anno scorso era abbastanza difforme da quello di questa stagione, quindi è stato come venire in Australia per la prima volta”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti