Tu sei qui

Montmelò di Barcellona rischia la bancarotta, la MotoGP può saltare

Il tracciato spagnolo sta vivendo un periodo nero dal punto di vista economico e da poco ci sono state le dimissioni del CEO Aguilera. I debiti superano i 30 milioni di euro

MotoGP: Montmelò di Barcellona rischia la bancarotta, la MotoGP può saltare

Share


Il tracciato che ospita il Gran Premio di Catalogna in MotoGP sta vivendo un periodo di forte dissesto finanziario, emerso dopo il consolidamento dell'attività nel 2019. Il tracciato del Montmelò ha infatti accumulato un debito che supera i 30 milioni di euro, scrive El Confidencial, ovvero l'intero ammontare del proprio capitale sociale ed in questo momento è di fatto sull'orlo della bancarotta.

Il buco nella contabilità della struttura ha reso l'impianto una sorta di cimitero per i soldi pubblici del governo e della regione, perché già negli anni scorsi era stato necessario iniettare ingenti quantità di denaro pubblico per mantenere in vita l'impianto. Tanti sono i problemi emersi nell'analisi del bilancio di esercizio del 2019 e sembra difficile per l'impianto mantenere l'altissimo livello di attività tenuto negli ultimi anni. Il gettone da pagare a Liberty Media per far parte del calendario Formula 1 è di ben 22 milioni di euro e osservando l'andamento delle presenze sugli spalti nelle ultime stagioni, in continuo calo, è chiaro che qualcosa non stia affatto funzionando.

Solo nel 2019 il tracciato ha ricevuto finanziamenti a fondo perduto provenienti da Generalitat (azionista di maggioranza) pari a 6 milioni di euro, a cui vanno aggiunti 1 milione di euro da parte della Provincia di Barcellona e 2,5 milioni dal comune, che ovviamente ha interesse a mantenere viva la manifestazione sia per la MotoGP che per la F1 per via dell'indotto turistico che sono in grado di generare questi due eventi. Per avere un quadro completo, si devono aggiungere a queste cifre gli otto milioni di euro concessi dal governo spagnolo, elargiti per garantire almeno una tappa in terra iberica per il circus della Formula 1. 

La tappa del 2020 sia per la Formula 1 che per la MotoGP non sembrano a rischio, ma è più che probabile che per il futuro qualcosa sia destinato a cambiare. Ezpeleta ha già ampiamente parlato della necessità di ridurre le tappe in penisola iberica per la MotoGP e questa situazione mette di fatto Barcellona in cima alla lista delle piste che potrebbero perdere la tappa nell'immediato futuro. L'accordo con Dorna dovrà essere ridiscusso a breve ed è probabile che l'attuale situazione economica dell'impianto abbia conseguenze sul nuovo contratto. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti