MotoGP, Crutchlow: "Con la Honda sembra si vada più forte con gomme usate"

"Questa moto da strane sensazioni per quanto riguarda l'aderenza. Oggi è stata una giornata dura per tutto il team e non so se riusciremo a risolvere"

Share


Notte fonda in casa Honda. E anche se i primi bilanci si tireranno solo durante il GP del Qatar, sembra ormai chiaro che la Casa di Tokyo abbia una bella gatta da pelare con la nuova RC213-V. Il campanello d'allarme più importante arriva da Marc Marquez che, pur non essendo al 100% fisicamente, ha comunque "bocciato" la nuova moto utilizzando quella 2019 "per fare un passo in avanti". A quella  del campione del mondo, che si è più volte lamentato di non riuscire a spingere come vorrebbe, si aggiunge anche la voce di Cal Crutchlow, caduto pesantemente nella giornata di ieri e 18° oggi. 

"Ieri la caduta non è stata semplice da affrontare - ha detto Crutchlow dopo essere sceso dalla moto al termine della terza ed ultima giornata di test sul circuito di Losail -  Tutta la parte interessata nell’urto è diventata immediatamente blu, allora ho comprato una macchina del ghiaccio su Amazon ieri e ho messo una benda compressiva, stamattina tutta quella zona era davvero più piccola (ride). Nei primi 10 giri di oggi ho sentito davvero molto dolore ma poi è migliorato e sono riuscito a guidare senza particolari problemi fisici". 

I problemi, però, sembra che tu li abbia trovati comunque sulla moto, il 18° tempo, ma sopratutto le tue espressioni nel box non sono rassicuranti. Che giornata è stata, Cal?

"Oggi ho continuato il mio lavoro sulla moto 2020. E' stata dura per me e per tutto il team perché i tempi sul giro non ci rassicurano anche se devo dire di aver trovato dei lati positivi a questa moto, ma anche degli altri punti negativi. E' una moto che da strane sensazioni soprattutto durante la ricerca del giro veloce per quanto riguarda l'aderenza". 

Ovvero?

"Non si hanno mai le stesse sensazioni per quanto riguarda il grip, un momento senti scivolare e appena dopo senti di avere troppa aderenza, è stranissimo". 

Queste sensazioni, quindi, influiscono anche sulla ricerca del giro secco?

"Io voglio essere più veloce, oggi il mio miglior tempo è arrivato con delle gomme vecchie di 10 giri e questo non va bene. Con la media nuova ho fatto 1.55.8 e dopo 20 giri 1.55.5, sembra che si vada più forte con le gomme più usate, si scivola anche di più, è vero, ma si entra più velocemente in curva". 

Hai trovato anche altre problematiche e sopratutto, ti sei fatto un'idea sulla possibilità, o meno, di sistemare la moto?

"Il problema è che quando freno forte faccio fatica a centro curva, ho un’idea su cosa sia ma non so se sarà semplice da sistemare, vedremo se ci riusciremo. Ci portiamo dietro queste problematiche da un po’ di tempo". 

Share

Articoli che potrebbero interessarti