Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Non sono ancora pronto per la gara... ma lo sarò domani"

"Devo ancora conoscere meglio la nuova M1, ma mi sento già meglio in sella".  Morbidelli: "Non ho la M1 ufficiale? Farò la differenza in curva"

MotoGP: Quartararo: "Non sono ancora pronto per la gara... ma lo sarò domani"

Share


Tutto è tornato alla normalità, con Fabio Quartararo che ha chiuso davanti a tutti la seconda giornata di test a Losail. Il francese non ha perso il suo tocco magico sul giro secco, ma non è quello il punto su cui si è concentrato maggiormente.

Oggi è stata una giornata molto positiva - ha detto - Ho lavorato molto sul passo e fatto delle prove di assetto ed elettronica ed è andata bene. Mi sono sentito meglio di ieri sulla M1 e rimane un altro giorno per progredire”.

E preparare nel dettaglio il primo Gran Premio.

Non sono ancora del tutto pronto perché ci sono molte cose da imparare sulla nuova moto - ha sottolineato - Alla fine l’ho usata per pochi giorni e spero di conoscerla meglio domani. Quindi non mi sento pronto ma abbastanza forte, con un altro giorno di test sarà tutto a posto”.

Morbidelli: “scegliere la gomma giusta per la gara sarà fondamentale”

Anche dall’altra parte del box Petronas si respira ottimismo. Franco Morbidelli ha fatto segnare il 4° tempo di giornata e anche lui ha lavorato molto in vista della gara.

È stata una giornata positiva, migliore rispetto a quella di ieri, sono stato veloce e sono stato in grado di tenere un passo molto buono con la gomme media - ha raccontato - Ho provato anche le altre, la morbida è molto simile alla media, che preferisco, quindi bisognerà fare la scelta giusta perché altri piloti Yamaha sono stati molto veloci con la soffice.Ho buone sensazioni sulla M1, non è cambiata molto rispetto all’anno scorso e sto cercando di valutare meglio il forcellone in carbonio”.

Il brasiliano di Tavullia è l’unico pilota Yamaha a non guidare una moto ufficiale al 100%, ma la cosa non lo scompone.

È una situazione che vivo bene - ha garantito - È normale che i due piloti ufficiali abbiamo una moto più evoluta della mia, mentre Fabio è stato un caso speciale, ma per i risultati che ha fatto lo scorso anno e per il contratto che ha firmato si è ampiamente meritato questo aggiornamento. Per quanto mi riguarda, il pacchetto che ho è molto buono, soprattutto in curva, quindi bisognerà fare la differenza in quell’area. Non penso che sarà possibile per me avere una M1 come la loro quest’anno”.

Audio raccolto da Marco Caregnato

Share

Articoli che potrebbero interessarti