MotoGP, Alex Rins: “Non ho fretta di firmare, farlo ora non cambia nulla"

“Non ho la necessità di chiudere ora o più avanti il rinnovo del contratto, tantomeno di sapere quale sarà il potenziale della moto per firmare”

Share


Alex Rins è uno degli uomini mercato e su questo c’è ben poco da dire. Lo spagnolo, che lo scorso anno ha centrato due vittorie in sella alla Suzuki fa gola a molti e di conseguenza sono curiosi di capire cosa intenda fare per il biennio 2021-2022.

Proprio questo è il tema su cui Alex è stato incalzato in occasione della presentazione della GSX-RR.

Al momento non ho ancora firmato il rinnovo del contratto – ha esordito Alex- se ne sta occupando il mio manager. Detto sinceramente non ho fretta, c’è il tempo e non cambia nulla chiudere la trattativa ora o più avanti. In questo momento la mia mente è focalizzata soltanto sul test di Sepang, dove sono curioso di capire le sensazioni”.

Alex viene comunque incalzato sul tema, tanto che gli viene domandato se desidera più lo stato nel team o l’aspetto economico.

“Inutile dirvelo, già lo sapete. Anche se non ho ancora firmato mi trovo bene con la Suzuki”.

Meglio quindi tagliare corto sulla questione, perché Alex non si sbilancia più di tanto.

Affronterò questa stagione con tante motivazioni - ha affermato – la moto è bella nei nuovi colori sulla moto. Siamo consapevoli di aver lavorato durante l’inverno per aver una moto migliore. Ci saranno alcune novità da provare per quanto riguarda il motore, così come per elettronica e telaio”.

Rins traccia quindi la strada da seguire.

“Oggi inizia una nuova avventura e siamo pronti. L’obiettivo è senza dubbio quello di pensare alla vittoria e cercare di conquistarne di più rispetto allo scorso anno. Di sicuro il livello sarà molto più alto in confronto al 2019, di conseguenza sarà importante essere costanti”.

Dal suo volto trapela una certa fiducia.

“Sappiamo bene quanto sia importante proseguire sul cammino imboccato lo scorso anno. Il Mondiale? Qualora dovessimo essere costanti e vincere delle gare, credo che si possa puntare al titolo nonostante la concorrenza”.

Intanto, da domani, spazio ai test

“Stiamo facendo un piano di lavoro con il team, dove cercheremo tra l’altro di fare comparative tra la nuova moto e quella vecchia. Ora la mia priorità è il test di Sepang, dove dovremo cercare di lavorare bene”.

 

Audio raccolto da Matteo Aglio

Share

Articoli che potrebbero interessarti