MotoGP, Puig: "Marquez continuerà a dominare per i prossimi cinque anni"

"Per un po' non avrà alcun grande rivale. Ha età, potenziale e desiderio e nel 2019 è stato quasi perfetto. Per il fratello, Alex, l'HRC è come il Real Madrid o il Barcellona, ma non lo peseremo ad ogni Gran Premio"

Share


Se la Yamaha ha piazzato una combinazione di colpi - un 1-2-3 capace di mandare al tappeto Mike Tyson - La Honda dal canto suo ostenta tranquillità. Anzi, qualcosa di più, una sicurezza molto vicina all'arroganza.

Ma il numero 1 di HRC, l'ex pilota Alberto Puig, è così: sincero e senza peli sulla lingua.

"Marc ha quasi raggiunto la perfezione l'anno passato - ha detto il manager spagnolo - L'ultimo traguardo per lui sarebbe vincere ogni gara. Ma ha ancora molto tempo a disposizione e penso che per un bel po'  non avrà un grande rivale. Così Marc continuerà a dominare, per la sua età, il suo potenziale e il desiderio che ha. Sì, ci saranno gare che ci costeranno, ma nel complesso, nei prossimi quattro o cinque anni Marc dominerà".

L'arrivo del fratello Alex non distoglierà Marquez dal suo obiettivo, e Puig è chiarissimo nel motivare la scelta del campione del mondo della Moto2.

"Se non avesse vinto il titolo non sarebbe stato preso, ma ha contato anche il fatto che ha accettato una proposta inusuale, un contratto di un solo anno. Certo, essere nel team HRC ti carica di responsabilità, è come essere al Real Madrid o al Barcellona, devi segnare, ma all'esordio è difficile. Non sarà misurato ad ogni gara, ma dovrà trovare il suo posto. I primi 5 o 6 posti sono molto difficili da raggiungere".

Share

Articoli che potrebbero interessarti