Tu sei qui

SBK, Haslam ironico: “vorrei 500 giorni di test per provare tutto”

“Ci sono tante cose da provare. Questo è un progetto nuovo e di conseguenza ci vuole tempo e pazienza. Di sicuro la CBR 1000 RR-R è una moto da corsa a cui non manca nulla”

SBK: Haslam ironico: “vorrei 500 giorni di test per provare tutto”

Share


Nella top ten della prima giornata di test a Portimao c’è anche una Honda. Stiamo parlando della CBR 1000 RR-R di Leon Haslam. Il pilota britannico si è assicurato un piazzamento nei primi dieci, anche se il ritardo dalla vetta è consistente, dal momento che si avvicina ai due secondi.

Eppure l’alfiere HRC cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno, dal momento che le carte non sono state scoperte del tutto.

Quest’oggi ci è voluta un po’ di pazienza – ha esordito Leon – all’inizio la pista non era del tutto asciutta, c’erano chiazze di umido, di conseguenza serviva fare attenzione. La cosa importante è che siamo riusciti a portare avanti il nostro lavoro, a differenza di Jerez, dove la pioggia ha condizionato in parte il programma e non valeva la pena prendere rischi”.

Haslam fa quindi il punto della situazione rispondendo a chi chiedeva se i due giorno di test a Phillip Island basteranno.

“Speriamo intanto in una giornata favorevole anche qui per il lunedì – ha detto, poi ha ironizzato– il fatto è che avrei bisogno di almeno 500 giorni di test per provare tutto il materiale a disposizione. Sappiamo bene che non è possibile avere così tanti giorni, di conseguenza dovremo essere bravi a muoverci”.

Leon traccia quindi il quadro della situazione.

“Questo è un progetto nato da poco e ci sono tanti aspetti su cui soffermarci per migliorare. Il nostro obiettivo è quello di arrivare in Australia, concentrandoci sugli ultimi dettagli e i particolari, in modo che qua a Portimao riusciamo a svolgere gran parte del nostro lavoro. Ovviamente non è un compito facile, perché quando apporti delle modifiche, queste vanno a condizionare diverse aree della moto”.

Dal suo volto sembra però trapelare fiducia.

“Per me questa è già una moto da corsa, non gli manca nulla. Dobbiamo mettere insieme quanto fatto nei test per riuscire ad arrivare a punto d’arrivo che sia la base per essere competitivi in pista”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti