SBK, Redding: "Sono pronto per la stagione, potete scommetterci"

"Avevo il potenziale per replicare il tempo di Rea, dobbiamo solo fare dei piccoli passi avanti". Davies: "Sono fiducioso, abbiamo una buona base da cui ripartire"

Share


Il primo test del nuovo anno si è chiuso, e Scott Redding può tracciare un primo bilancio. Il terzo posto al termine della giornata può già dare delle indicazioni, che l’inglese approfondisce dimostrando di avere grande coscienza dei propri mezzi.

“Le condizioni della pista erano migliori rispetto a ieri - spiega - ma non abbastanza da poter sfruttare a pieno la moto, abbiamo alcune aree da migliorare ed altre in cui lo abbiamo già fatto. Sono pronto per la stagione, puoi scommetterci se vuoi (ride ndr). Non siamo lontani, oggi sentivo di avere il potenziale per replicare il tempo di Rea, dobbiamo solo fare dei piccoli passi avanti”.

Ovviamente Scott non si dimentica della grande varietà di rivali, a cominciare dal cannibale Rea.

"Rea conosce la moto molto bene e forse aveva già un assetto migliore. In questo momento deve solo ripetere ciò che ha fatto in queste stagioni e ci riesce bene, io dal canto mio penso alla mia situazioni ed ai miei punti forti. I prossimi test di Portimao e quelli in Australia saranno certamente utili per crescere, ci sono tante piste interessanti sul calendario e voglio essere rapido ovunque”.

Chaz Davies dal canto suo non ha brillato in pista chiudendo 15° la giornata, ma resta positivo in attesa di poter scendere in pista in condizioni più favorevoli.

“La cosa positiva di oggi è l’essere riusciti a fare qualche giro sull’asciutto - racconta Chaz - avevo alcune cose da provare per lavorare soprattutto sulla confidenza al posteriore, dato che oggi la distribuzione dei pesi non era ottimale. Spero comunque che il meteo a Portimao sia migliore, in modo da poter progredire più rapidamente”.

Il pensiero corre anche per lui alla stagione, ed anche in questo caso l’umore resta alto.

“Sono ottimista per l’Australia perché abbiamo una buona base, dobbiamo solo integrare le nuove parti e migliorare dove possiamo. In questo senso fare dei test sull’asciutto può senza dubbio aiutare”.

Una mano nella crescita della Panigale può provenire anche da Redding, con il quale il gallese non ha ancora particolarmente collaborato.

“Finora non abbiamo fatto molto insieme, ognuno ha lavorato sulle sue cose ed ovviamente con lo stesso materiale. Può essere sicuramente interessante capire chi ha preso la strada giusta, ma per il momento sto lavorando solo sulla mia situazione”.

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti