SBK, La Honda fa paura! Bautista frantuma il record della pista a Portimao

Alvaro e la CBR RR-R hanno fatto meglio della Kawasaki di Rea nel 2019 e il prossimo 22-23 gennaio scopriranno le proprie carte nei test di Jerez

Share


Le moto sono ancora ferme a riposare e i piloti si godono gli ultimi momenti di relax prima di riprendere gli allenamenti. D’altronde le vacanze sono agli sgoccioli, perché tra meno di quindici giorni sarà già tempo di tornare in pista. L’appuntamento è per il 22-23 gennaio sulla pista di Jerez con il primo test del 2020. Alla due giorni spagnoli seguirà quella di Portimao, del 27-28 gennaio, poi tutto il materiale verrà spedito in Australia in vista dell’inizio della stagione.

Per quanto visto fino ad oggi, Johnny Rea ha mostrato di aver una marcia in più, tanto che nell’ultima uscita di Jerez non ha lasciato nemmeno le briciole agli avversari. Il Cannibale ha quindi confermato quello che è il proprio potenziale, ma allo stesso tempo sono arrivati preziosi indizi da Toprak Razgatlioglu, in quella che è stata la prima uscita con la Yamaha. Ha invece lavorato sulle sensazioni Scott Redding, così come Chaz Davies in sella alla Panigale V4, mettendo in secondo piano la ricerca del crono a tutti i costi.

Peccato che nelle due uscite di novembre sia mancata all’appello la Honda. Come ben sappiamo, lo squadrone HRC ha preferito lavorare al riparo da occhi indiscreti, girando a porte chiuse con la nuova CBR RR-R sulle piste di Aragon e Portimao. In azione c’erano ovviamente Leon Haslam e Alvaro Bautista. In molti erano curiosi di sapere quali fossero le sensazioni da parte dei piloti, così come la possibilità di vedere qualche scatto o video.

La Honda però ha fatto muro, evitando che trapelasse la minima informazione. L’unica notizia che siamo riusciti ad avere è che Alvaro Bautista ha trovato da subito grande fiducia con la moto, a tal punto da abbattere il record della pista di Portimao firmato lo scorso settembre da Johnny Rea in 1’40”372.

In merito alla prestazione dello spagnolo lasciamo a voi ogni minimo giudizio. Che sia un fuoco di paglia o uno dei candidati per il titolo Mondiale del 2020 lo scopriremo a partire dal mese di febbraio, quando a Phillip Island scatterà la stagione. Tra tanti interrogativi c’è però una certezza: in giornata la Kawasaki ci ha svelato che la Honda sarà presente ai test del 22-23 gennaio a Jerez. Kawasaki ha per l’occasione affittato la pista e tra le squadre che hanno risposto presente all’appello compare anche la HRC. Sarà il primo e atteso confronto diretto con tutti i top team.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti