Tu sei qui

SBK, Barni pensa a Lorenzo Savadori in attesa di Leon Camier

Oltre a Michele Pirro, la squadra di Barnabò sta valutando la possibilità di affidarsi al romagnolo, il cui destino con Pedercini è praticamente segnato

SBK: Barni pensa a Lorenzo Savadori in attesa di Leon Camier

Share


Il 2019 non si è concluso nel migliore dei modi per il team Barni, costretto a fare i conti con l’infortunio alla spalla rimediato nei test di Aragon da parte di Leon Camier. Un fuoriprogramma non da poco per il britannico, chiamato ad alzare bandiera bianca in vista dell’ultima uscita di Jerez. In quell’occasione toccò a Michele Pirro cavalcare la Panigale V4 sul tracciato spagnolo.

Come già sappiamo, Leon si è sottoposto a intervento chirurgico a fine dicembre a Barcellona e l’operazione eseguita dal dottor Fernando Santana è perfettamente riuscita. L’obiettivo è quello di rivederlo in azione a febbraio in occasione del round inaugurale di Phillip Island.

In attesa di volare in Australia, Marco Barnabò ha già allertato Michele Pirro, ma allo stesso tempo sta valutando un altro pilota, ovvero Lorenzo Savadori. Proprio lui! Con ogni probabilità il romagnolo non proseguirà la sua avventura con Pedercini e di conseguenza Fausto Gresini, manager di Savadori, si sta guardando attorno per capire quali soluzioni trovare. Di sicuro il momento non gioca a favore, visto che in Superbike l’unica sella libera è quella della Honda di Moriwaki.

C’è però un’altra sella vacante, stiamo parlando di quella legata alla Panigale V4 del team Barni. In passato Barnabò ha già avuto Savadori come pilota e ora potrebbe nuovamente affidarsi a lui in vista dei test di gennaio tra Jerez e Portimao. Poi ci sarà da capire quelle che saranno le condizioni di salute di Leon Camier, il cui obiettivo è rientrare a Phillip Island.

Di sicuro sono giornate no-stop per Fausto Gresini, che come detto sta cercando di capire come muoversi per trovare una strada per il proprio assistito. Superbike a parte, si guarda anche in un altro paddock, ovvero quello della MotoGP. Già, perché la vicenda doping che ha coinvolto Andrea Iannone è ovviamente ricaduta sull’Aprilia, la quale sta valutando attentamente come comportarsi. A tal proposito non è da escludere un sondaggio per Savadori quale tester.   

Per concludere il discorso Barni legato ai prossimi test, che per l'occasione cadono nella settimana della presentazione Ducati, la squadra di Barnabò tiene comunque in considerazione anche Matteo Ferrari, campione in carica della MotoE con Gresini. Come ricordiamo Ferrari corse in passato con il team italiano. C'è infine un terzo nome, ovvero Sandro Cortese. Pure lui è tra i profili valutati da Barnabò. A quanto pare i nomi non mancano.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti