Tu sei qui

MotoGP, Mir: "Il nuovo motore? La potenza non è il suo punto di forza"

"Ho riscontrato però grande dolcezza nella guida, anche se è troppo presto dare giudizi dopo il primo test in vista della prossima stagione"

MotoGP: Mir: "Il nuovo motore? La potenza non è il suo punto di forza"

La Suzuki più veloce nel secondo giorno di test a Valencia è quella di Joan Mir. Lo spagnolo è riuscito infatti a centrare la quinta posizione, a mezzo secondo dalla vetta, precedendo il compagno di squadra Alex Rins. Una prestazione che regala fiducia a Joan, anche se lui preferisce tenere i piedi ben ancorati a terra.

“Sono contento di questa seconda giornata – ha esordito lo spagnolo – abbiamo lavorato sull’elettronica per capire quale fosse il limite di questo motore. Sono riuscito a essere veloce sul giro secco, ma soprattutto costante, tanto da avvicinarmi ai migliori. Tra l’altro mi sono focalizzato anche su alcune componenti del telaio”.

Il motore nuovo è l’argomento principale.

“La potenza non è forse il punto di forza del nuovo motore, ma di sicuro continueremo a lavorare per sviluppare, focalizzandoci soprattutto sull’elettronica. È anche vero che siamo al primo test dopo la gara ed è troppo presto per dare un giudizio”.

C’è però un aspetto che lo incoraggia.

“È molto più dolce rispetto a prima, ma come ho detto è ancora troppo presto per dare dei bilanci”.

L’ultima battuta riguarda la nuova gomma portata da Michelin.

“Devo dire che mi sono trovato bene, è un bel miglioramento, tanto da essere  riuscito ad avere le sensazioni che volevo. A parte ciò i giapponesi ci ascoltano, recepiscono le mie indicazioni e se qualcosa non va si mettono subito al lavoro”

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti