Tu sei qui

MotoGP, Miller: "La Ducati GP20 curva meglio, ma devo farci l'abitudine"

"I punti negativi sono principalmente dovuti all'assuefazione a guidare la vecchia, c'è comunque ancora del lavoro da fare. Cosa farò ora? Andrò a casa a dormire un po'"

MotoGP: Miller: "La Ducati GP20 curva meglio, ma devo farci l'abitudine"

10° tempo di giornata e 59 giri compiuti sul tracciato di Valencia. E' questo il bottino di Jack Miller nel secondo giorno dei test 2020 della MotoGP. L'australiano ha girato oggi per lunghi tratti con la nuova Ducati e, dopo aver concluso il lavoro in pista ha potuto raccontare le sensazioni del primo appoggio con la GP20. 

“Oggi sono salito sulla moto del 2020, in realtà su una sua prima versione e devo dire che il lavoro fatto è stato buono. La giornata è stata piena con molte uscite in pista consecutive". 

Cosa guadagna questa moto rispetto alla vecchia GP19?

“Secondo me curva meglio, però dopo un weekend di gara e una stagione intera passata su una moto passare ad un altra può essere strano”. 

Beh, dopo un grande weekend come quello che hai fatto ancora di più...

“Il weekend scorso è stato bello ma impegnativo, come anche questi due giorni. Ora è tempo per dormire un po’ e rilassarsi”. 

Avevi già avuto un assaggio di questa GP20 negli scorsi Gran Premi?

"Il telaio nuovo era stato provato in Malesia ma devo dire che ci sono stati dei passi in avanti non da poco e un buon sviluppo. La moto 2020 funziona bene anche se è ancora presto per dirlo ma questi giorni di test sono serviti molto a me e Ducati”.

Ottime le tue sensazioni, quindi. C'è anche qualcosa di negativo?

“Si, ci sono anche degli aspetti negativi ma sono molto amplificati dal passaggio da una moto all’altra, per questo abbiamo fatto alcuni settaggi e alcuni cambiamenti oggi”. 

Hai lavorato anche con le nuove Michelin oggi?

“Le nuove gomme funzionano davvero bene, oggi pomeriggio le ho provate e non mi sembra siano andate male”. 

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti