Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Mi piace la Yamaha, ma mi manca il nuovo motore"

"Non so quando lo avrò. La caduta? Ho forzato troppo in frenata". Morbidelli: "Il forcellone in carbonio? Complicato capire pro e contro"

MotoGP: Quartararo: "Mi piace la Yamaha, ma mi manca il nuovo motore"

Share


Cambia la stagione ma in testa c’è ancora Fabio Quartararo. L’ormai ex-debuttante francese ha occupato la prima posizione in sette delle ultime dodici sessioni del motomondiale (trascurando i Q1, ai quali non ha partecipato perchè già qualificato, e le gare) e con la prima posizione di oggi sembra aver gettato delle ottime basi anche per il 2020. 

“La giornata è stata positiva, il passo mi ha soddisfatto e a parte la caduta è stata una giornata importante”. 

La caduta è stata forte, in curva 10. Ce la puoi spiegare?

“Stavo facendo il time attack con una gomma anteriore che aveva qualche giro sulle spalle, ho perso il controllo mentre inserivo la moto nella curva a sinistra e probabilmente ho frenato un po’ troppo forte. Stavo spingendo un po’ troppo, fortunatamente poi ho fatto qualche giro dopo la caduta per controllare che fosse tutto ok, e lo era”. 

Tu stai bene? Sei rotolato molto forte nella ghiaia. 

“Si, ho un po’ di dolore alle costole ma non mi sono rotto nulla”. 

Oltre al passo e al miglior tempo di giornata ci sono delle nuove componenti che hai provato in questa prima sessione di test?

“Si, ho provato le nuove ali e il forcellone in carbonio facendo molti cambi  tra questo e quello in alluminio. Tutto ha degli aspetti positivi e negativi”. 

Quali sono gli aspetti positivi di questo forcellone?

“In realtà non ho trovato molti aspetti positivi oggi, perdiamo un po’ di prestazione sul guidato ma comunque mi sono sentito bene sulla moto, dovrò lavorare al massimo per migliorare”. 

Sulle nuove ali, invece?

“Si oggi le ho provate ma non nella maniera più corretta, perchè ho avuto qualche problema con le gomme oggi. Domani proverò ancora le ali e forse potrò capire meglio di cosa si tratta”. 

In Yamaha, però, la novità di oggi è stato il nuovo motore, provato dai piloti del team ufficiale. Tu lo avrai a disposizione durante la stagione, quanta voglia hai di provarlo?

“Tanta, è la cosa che manca a questa moto secondo me, perchè come telaio siamo messi davvero bene. Sono davvero curioso”.

Quando proverai la moto nuova?

“Non lo so ancora”. 

Lo scorso anno, su questa pista provavi la Yamaha per la prima volta. A distanza di una stagione cosa è cambiato?

“La differenza è che oggi sono primo mentre lo scorso anno avevo chiuso in 20° posizione. Le sensazioni sono molto buone, oggi sono riuscito a sorpassare i debuttanti con la stessa facilità con la quale gli altri superavano me lo scorso anno”. 

In questa giornata, esattamente un anno fa, prima della tua uscita d’esordio con la MotoGP Wilco Zeelemberg ti disse di divertirti. Oggi cosa ti ha detto?

“Di divertirmi anche oggi. Durante i test non dobbiamo avere pressione per cercare di sentire tutte quelle piccole cose che aiutano nello sviluppo della moto”. 

Franco Morbidelli: "Il forcellone in carbonio? Complicato capire i pro e i contro"

Buona giornata anche per Franco Morbidelli che ha chiuso la prima sessione di test al terzo posto dopo aver percorso 71 giri in sella alla Yamaha M1. Franco ha pagato, però, quasi mezzo secondo dal compagno di squadra, primo di giornata. 

“Ho cercato di incrementare le performance oggi - ha detto Franco- ho provato alcune parti qualcosa ha funzionato e qualcosa no”. 

Con che gomme hai girato?

“Ho usato le dure, non ho mai messo la morbida ed è per questo che sono così contento”. 

Previsioni per la giornata di domani?

“Spero che le condizioni meteo rimangano stabili, anche se sarebbe meglio che ci fosse un po’ più di caldo”. 

Hai provato il forcellone in carbonio, come va?

“Si, è molto complicato capire quali sono i pregi e i difetti di una componente come quella, dipende molto dalle gomme che monti, da quanti giri hai già fatto e da molti altri fattori. Dovrò capire meglio il tutto guardando i dati, però posso dire che non mi sono sentito peggio e che i tempi non sono andati male rispetto al forcellone in alluminio”. 

Hai testato le gomme 2020?

“No, oggi no”

Quando proverai il motore nuovo?

“Quando Yamaha ce lo farà avere” (ride). 

Audio raccolto da Matteo Aglio

Share

Articoli che potrebbero interessarti