Tu sei qui

Moto2, Binder vince a Sepang, ma Marquez è campione del mondo!

Il pilota KTM trionfa proprio davanti ad Alex, che chiude i giochi con una gara d'anticipo. 3° Luthi, 7° Baldassarri, 10° Marini, a punti Bulega e Pasini

Moto2: Binder vince a Sepang, ma Marquez è campione del mondo!

Ora è certo, a Valencia sarà per tutti una passerella. Già perché anche l’ultimo campionato ancora da decidere, quello della Moto2, è ufficialmente di proprietà di Alex Marquez. Il numero 73 ha infatti chiuso la pratica in quel di Sepang, con un secondo posto sudato quanto importante, che consegna ad Alex il secondo titolo della sua carriera dopo quello del 2014 in Moto3.

La gara è stata un ottimo specchio della stagione. Binder, Marquez e Luthi si sono spartiti il podio, al termine di una gara in cui i tre piloti sono stati separati (almeno nella seconda parte) da pochi decimi, senza riuscire ad attaccarsi ma mettendosi costantemente pressione uno sull’altro.

Brad Binder dal canto suo ha fatto ciò che doveva fare ossia vincere, ma non ha ricevuto l’aiuto di cui aveva bisogno dal resto delle griglia, dato che i soli cinque punti recuperati su Marquez non sono bastati per tenere i giochi aperti sino a Valencia. “Non posso essere deluso, la gara è stata difficile vista l’aderenza. Ho cercato di spingere per vincere e ci sono riuscito, sono contento”.

Ebbro di gioia ovviamente Alex Marquez, che rimarrà in Moto2 il prossimo anno ma potrà esibire il numero uno sulla propria carena. “E’ un sogno che si avvera ed al quale fatico a credere, mi voglio godere il momento. È stata una gara dura, devo davvero ringraziare il team per il lavoro compiuto”.

Terzo come detto Tom Luthi, che nella stagione di rientro in Moto2 ha certamente dimostrato di essere ancora un pilota molto veloce. “Ho dato tutto quello che avevo, all’ultimo giro ho commesso un errore e non sono riuscito a seguire i primi due. Mi dispiace non essere riuscito a tenere aperto il mondiale, ma sono contento per il podio ottenuto”.

Ai piedi del podio Xavi Vierge, davanti ad Jorge Navarro, autore di un’ottima rimonta e possessore di un passo simile a quello dei primi, e Iker Lecuona. Il primo degli azzurri è Lorenzo Baldassarri, anch’egli autore di una grandissima rimonta dopo un sabato complicato, nonché capace di regolare Nagashima, Schrotter e Luca Marini, 10° sul tracciato dove l’anno scorso aveva conquistato la vittoria.

A punti tra gli azzurri anche Nicolò Bulega (12°), davanti a Mattia Pasini, mentre Andrea Locatelli ha chiuso 16°. Giornata sfortunata per Manzi, Bezzecchi e Di Giannantonio, caduti e dunque fuori gara, mentre Enea Bastianini ha chiuso ultimo dopo una scivolata nelle prime battute.

LA CRONACA

Allo start scatta al meglio Binder che gira per primo la prima curva davanti a Marquez, Nagashima, Vierge, Luthi, Gardner, Martin, Di Giannantonio, Schrotter e Marini. Al termine del primo giro Binder ha sette decimi su Marquez, mentre cade durante il secondo giro Fabio Di Giannantonio alla curva quattro.

Caduta anche per Bastianini nello stesso giro alla curva 15. Caduta nel giro successivo per Martin alla quattro.

14 giri alla fine. Marquez comanda grazia all’errore di Binder nel giro precedente, che ora è secondo davanti a Nagashima. 4° Luthi che sta cercando di ricucire un piccolo gap seguito da Vierge. Più staccato Lecuona 6° davanti a Gardner, Marini, Baldassarri, Navarro, Manzi, Schrotter e Bezzecchi.

11 giri al termine. Alla uno Binder entra su Marquez, contatta senza conseguenze ma ora sono in quattro a giocarsi il successo, visto il rientro di Nagashima e Luthi. Vierge è quinto con distacco, 8° Baldassarri davanti a Marini e Manzi. Al termine del giro errori per Nagashima e Luthi, che perdono nuovamente terreno dai primi due.

Caduta per Manzi a nove giri dalla fine alla curva due..

Meno otto alla fine. Binder ha un lieve vantaggio su Marquez, che a sua volta ha un lieve vantaggio su Luthi, mentre è più staccato Nagashima. 8° Baldassarri davanti a Marini, 11° Bezzecchi, 15° Bulega davanti a Locatelli e Pasini.

Caduta a sei giri dalla fine per Bezzecchi alla due.

4 giri al termine. Binder ha un secondo su Marquez, che a sua volta ha sette decimi su Luthi. 8° Baldassarri, 10° Marini, a terra Lowes che colpisce Gardner (che resta in piedi) alla nove.

Ultimo giro. Continuano a oscillare i distacchi dei primi tre ma la situazione resta immutata. Grande rimonta di Navarro che ora è quinto. 8° Baldassarri, 10° Marini, 12° Bulega davanti a Pasini, 15° Locatelli. Vince Binder ma Marquez è campione del mondo!

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti