Tu sei qui

Aprilia RS 660: in arrivo una delle moto più attese di EICMA

Dopo un anno di collaudi in pista la casa di Noale sta per togliere i veli alla media bicilindrica sportiva 

Iscriviti al nostro canale YouTube

Iniziato il conto alla rovescia in vista di Milano. Ai padiglioni di EICMA, Aprilia sta per presentare la sua grande novità (o meglio dire "le sue" novità): la nuovissima RS 660 arriva nella sua veste definitiva. Dopo aver concentrato le loro attenzioni sulle novità Moto Guzzi lo scorso anno, con la TT85, il Gruppo Piaggio accende i riflettori sul Leone veneto proponendo modelli che hanno il compito di riportare in auge il marchio veneto.

La abbiamo ammirata lo scorso anno in veste di concept, e molti anche in pista in mano ai collaudatori in occasione dei Racers Days, è arrivato il momento tanto atteso da molti appassionati, soprattutto di mezzi sportivi, che da tempo invocano una moto facile, leggera, con la giusta cavalleria e non troppo esasperata nei concetti e nelle prestazioni, da poter essere usata anche su strada. Una "sportiva facile" che non incuta il timore di cavallerie ed iperprestazioni alla portata solo di pochi. Ed in quanto a facilità la nuova media di Noale sembra abbia molte carte da giocare. Si parte dal motore, un bicilindrico parallelo frontemarcia accreditato - non ufficialmente - di una potenza di 95 CV, abbinato ad un allestimento ciclistico da vera sportiva.

La "Tuono" 660 nei test a Imola

A questo si abbina un peso che dovrebbe attestarsi sui 170 Kg. Un cocktail che si prospetta interessante, gratificante nella guida su strada ed in pista, oltre che dalle linee molto intriganti. Dalla prima foto postata sui social si vede una linea che non si discosta sostanzialmente da quanto visto nel 2018. Codino alto ed affusolato, frontale aggressivo, ma sella che appare comoda e ben imbottita. Il tutto tenuto insieme dal bel telaio doppio trave in alluminio con schema pivotless abbinato ad un forcellone in alluminio a sezione differenziata e con capriata di rinforzo. Probabili le due versioni: Standard e Factory, con quest'ultima che alza ulteriormente l'asticella della dotazione ciclistica.

In ultimo il prezzo: per la RS 660 ci si attende una quotazione "molto aggressiva" sul mercato, il che la pone di diritto come una delle grandi attese per la stagione 2020 e che dovrebbe arrivare in concessionaria tra marzo ed aprile 2020. Senza dimenticare la naked, che sfrutterà il medesimo comparto tecnico al netto dei semimanubri che lasceranno il posto al manubrio alto ed alla semi carena anteriore.
EICMA si avvicina e già la febbre sale. Alle passerelle ci sarà da divertirsi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti