MotoGP, Phillip Island: Vinales non fa prigionieri, 1° anche nel Warm Up

Aprilia 2ª grazie ad Aleix Espargarò (e al traino di Marquez), 3° Miller mentre Rossi è 11°. Garcia il più veloce in Moto3, Binder in Moto2

Share


La buona notizia è che il vento di ieri è diminuito, anche se non si può parlare di una giornata di sole a Phillip Island. Non è stato un problema per Maverick Vinales che ha chiuso in testa anche l’ultimo turno prima delle qualifiche, eccezionalmente rimandate ieri.

Lo spagnolo della Yamaha è stato l’unico a scendere sotto al 1’30” ed è stato il più veloce sia con la gomma dura che con quella morbida al posteriore. Maverick, con il crono di 1’29”396 ha scavato una voragine fra sé e i suoi avversari.

Al secondo c’è un sorprendente Aleix Espargarò sull’Aprilia (bravissimo a sfruttare la scia offertagli da Marquez per tutta la prima uscita) ma è a 0”671 da Vinales. Terzo tempo per la Ducati grazie a Miller, sceso in pista con una livrea celebrativa per il GP di casa, che ricorda le armature dei cavalieri medioevali e vedete qui sotto.

Marquez, per una volta, s è dovuto accontentare del 4° posto, ma ha usato solo la gomma posteriore dura, come anche Andrea Dovizioso, 6° a già più di un secondo da Maverick. In mezzo ai due si è piazzato Quartararo (gomma morbida per lui) che sembra riuscire a gestire la caviglia dolorante dopo la caduta di venerdì.

Bene Morbidelli con il 7° tempo, davanti a Rins e a un convincente Bagnaia, che ha messo alle sue spalle Danilo Petrucci. Undicesimo Valentino Rossi (con gomma morbida), seguito da Iannone.

I TEMPI


Moto2: Arrivo ‘in volata’ con Binder, Bezzecchi e Baldassarri

Tre piloti in appena 7 millesimi alla fine del warm up Moto2 di Phillip Island e due sono italiani. Brad Binder è stato il più veloce, ma Bezzecchi è alle sue spalle per appena 3 millesimi, 4 più indietro c’è Baldassarri. A meno di due decimi si è poi piazzato Sam Lowes, che ha preceduto Luthi, Lecuona, Alex Marquez, Martin, Gardner e Nagashnima.

Undicesimo tempo per Di Giannnatonio sulla Speed UP, davanti al compagno di squadra e autore della pole Navarro e alla coppia Sky Bulega e Marini. Locatelli è 19°, Manzi 21° e Pasini 29°.

Non poteva iniziare peggio la giornata di Enea Bastianini, finito a terra alla terza curva del suo giro di uscita dai box. Joe Roberts è invece caduto alla curva 4.

I TEMPI


Moto3: Garcia al comando, 3° Canet e 14° Dalla Porta

Tripletta spagnola nel warm up della Moto3, con Garcia il più veloce con il tempo di 1’37”411. Il pilota del team Estrella Galicia per 59 millesimi è stato più veloce del poleman Ramirez e per 69 di Aron Canet, che oggi dovrà riuscire nell’intento di ritardare la festa Mondiale per Dalla Porta. Lorenzo ha chiuso la sessione in 14ª posizione ma il suo distacco dai migliori è comunque inferiore al mezzo secondo. La classifica è infatti cortissima con 18 piloti in meno di un secondo.

Dietro al terzetto iberico, si sono piazzati McPhee, Lopez, Toba, Binder, Masia, Arbolino (migliore degli azzurri con il 9° tempo) e Sasaki che chiude la top ten. Gli altri italiani: 16° Vietti, 18° Nepa, 19° Foggia, 22° Fenati, 24° Rossi (caduto senza conseguenze dopo un dritto alla curva 2), 28° Migno. Antonelli è in 29ª posizione ma è stato fermato durante il turno con la bandiera nera a causa di un problema tecnico alla sua Honda che sembrava stare perdendo olio.

I TEMPI

Share

Articoli che potrebbero interessarti