Tu sei qui

SBK, Rea impone la sua legge e trionfa a Losail, Davies secondo

Gran recupero di Chaz, ma il Campione del mondo spegne ogni velleità a due giri dal termine, Lowes terzo. Giù dal podio Bautista (4°)

SBK: Rea impone la sua legge e trionfa a Losail, Davies secondo

Share


Fame di vittorie. Poco da perdere e poco da guadagnare, ma quando un campione come Jonathan Rea scende in pista lo fa con l'unico obiettivo: vincere le gare, qualunque sia la posta in gioco. I mondiali, poi, sono la naturale conseguenza. Il titolo al sicuro, la testa sgombra, nell'ultima tappa del mondiale 2019 a Losail, Johnny, mantiene alta la concentrazione e non molla una briciola agli avversari. In Qatar lascia il segno con pole e vittoria numero 15 in stagione (e titolo costruttori per Kawasaki), mostrando una ferocia agonistica che non vede ad ora il benché minimo appannamento.

Nell'ultimo appuntamento stagionale il Campione della Kawasaki non ha sbagliato una mossa. Scatto perentorio dalla prima posizione in griglia e passo implacabile con il solo Alex Lowes, prossimo compagno di squadra, a cercare di arginarne l'impeto. Il pilota Yamaha però ha dovuto arrendersi nell'ultima parte di gara quando, capito che reggere il ritmo del leader di gara era complicato, ha provato a mantenere la seconda posizione. Una tattica però che non è stata sufficiente ad arginare il recupero di un Chaz Davies in grande spolvero. Partito forte dalla 12esima casella in griglia, il pilota Ducati è stato per molti giri il più veloce in pista. Dopo aver scavalcato avversari già alla prima staccata Davies, testa bassa in carena, si è messo alla caccia prima di Lowes e poi, dopo il sorpasso sulla Yamaha numero 22, a 5 giri dal termine, ha provato ad allungare le mani sulla Kawasaki numero 1.

A tre giri dalla fine il distacco era ridotto a poco più di mezzo secondo, a quel punto Rea ha rimesso le cose a posto, spingendo quel tanto che basta per iniziare l'ultimo giro con sufficiente vantaggio e tagliare il traguardo con 2 secondi di margine sul rivale.

Alle loro spalle, come già detto, chiude Lowes, mettendo in mostra una bella prestazione con un gran ritmo nella prima parte di gara nel tentativo di restare incollato a Rea; purtroppo il calo nelle ultime fasi non gli ha consentito di mantenere la posizione. Può comunque consolarsi con  un buon podio. Terzo posto per lui.
Podio che sfugge a Bautista. Lo spagnolo non è parso in partita in questa Gara 1, con un passo altalenante e non sufficiente ad un recupero come accaduto per il compagno di squadra. Alvaro chiude in quarta posizione dopo il settimo tempo in Qualifica.

Sfortuna per Sandro Cortese che sciupa la terza piazza in griglia con una caduta al sesto giro. Gara da dimenticare anche per Toprak Razgatlioglu che chiude 11esimo dopo una divagazione nella ghiaia all'11esimo passaggio, mentre era impegnato nella lotta per il quinto posto con Haslam e VD Mark. Sorte avversa anche per Tom Sykes scivolato nelle prime battute.
 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti