Tu sei qui

Moto2, FP1 Phillip Island: Martin il migliore sul bagnato, 2° Bulega su Manzi

Il Rookie della KTM mette in riga i due italiani nelle prime libere. Cadute senza conseguenze per Marquez 9° e per Marini, che chiude senza un tempo valido

Moto2: FP1 Phillip Island: Martin il migliore sul bagnato, 2° Bulega su Manzi

Share


La pioggia che ha solo parzialmente influenzato il primo turno di libere della Moto3 a Phillip Island ha invece accompagnato interamente la prima sessione della Moto2. Ad emergere letteralmente è stato il Rookie Jorge Martin, che solo negli ultimissimi minuti della sessione ha strappato il miglior tempo al portacolori dello Sky VR46, ovvero l'altro rookie Nicolò Bulega. Il terzo gradino del podio virtuale è stato invece occupato da Stefano Manzi, in sella alla MV Agusta.

Due debuttanti dunque davanti a tutti e tre Costruttori diversi ad occupare la prima fila virtuale in questa FP1 che ha visto tantissime cadute dei piloti impegnati in pista, in lotta sia con lo scarso grip che con un forte vento che ha caratterizzato l'intera sessione. Davvero bravissimo Martin, che non ha perso il sangue freddo nel gestire una situazione che avrebbe potuto mandare in crisi qualsiasi debuttante nella categoria e che ha invece dato ennesima prova dell'ottima crescita che sta vivendo in questa seconda fase della stagione. 

Splendida anche la prestazione dei due piloti italiani con cui lo spagnolo divide la prima fila, con Bulega che fino a pochissimi istanti dalla bandiera a scacchi si stava godendo una prima posizione che non avrà alcun significato per quanto riguarda la classifica iridata, ma che ovviamente restituisce una vigorosa boccata d'ossigeno e soprattutto può generare una grande carica in vista del resto del fine settimana. Nicolò sta offrendo spesso prestazioni di rilievo da qualche GP a questa parte, segno di una maturazione nella classe di mezzo che probabilmente porterà ottimi frutti soprattutto nel 2020, l'anno in cui passerà nel team Gresini.

Ottima prestazione anche per Stefano Manzi, che ha portato la MV Agusta in terza posizione. La moto gestita dal Team Forward sta migliorando costantemente da inizio stagione e questa prestazione premia tutti gli sforzi profusi dalla squadra. ALle sue spalle ha chiuso Xavi Vierge, protagonista di una caduta senza conseguenze nel finale di sessione. 

Nei primi cinque anche Thomas Luthi, che precede Locatelli e Bezzecchi, che portano a ben quattro il numero di piloti italiani in top ten al termine di questa prima sessione di libere. Chiude ai margini della top ten Alex Marquez, protagonista di una caduta dopo appena quattro curve quando è entrato in pista per la prima volta e stava ancora cercando di comprendere il livello di grip disponibile.

Per trovare gli altri italiani in classifica si deve scorrere fino alla 14a posizione di Lorenzo Baldassarri, che oggi ha preceduto Brad Binder. Il sudafricano non ha saputo replicare le prestazioni del meno esperto compagno di squadra oggi. Molto in difficoltà gli altri italiani, con Bastianini e Di Giannantonio a chiudere la lista dei piloti qualificati con la 28a e 29a posizione.

E' andata anche peggio a Mattia Pasini, solo 30° ed accreditato di un tempo che in questo momento lo tiene fuori dalla soglia del 107% utile per qualificarsi. Destino simile a quello di Luca Marini, protagonista di una caduta molto spettacolare nelle primissime fasi della sessione, durante la quale ha distrutto la moto ma per fortuna non ha accusato alcuna conseguenza fisica. Alle sue spalle, sempre senza tempo, il neo promosso alla MotoGP in Tech3, Iker Lecuona. 

Questa la classifica della FP1 Moto2 a Phillip Island:

FP1 MOTO2 PHILLIP ISLAND

Share

Articoli che potrebbero interessarti