Tu sei qui

ELF CIV, Moto3: bis tricolore per Nicholas Spinelli

Vittoria in Gara 1 a Vallelunga per Alberto Surra, al rivale basta il terzo posto per il secondo titolo italiano. In SBK, insaziabile Pirro secondo Savadori. Titolo SS600 a Gabellini

News: ELF CIV, Moto3: bis tricolore per Nicholas Spinelli

Share


Tutto o quasi agli archivi. La stagione 2019 dell'ELF CIV vive a Vallelunga gli ultimi fuochi di una stagione avvincente e spettacolare con gare combattute e titoli da assegnare all'ultimo weekend. Ad esclusione della SBK, dove Michele Pirro non sembra conoscere rivali in grado di impensierirlo e chiudendo i giochi due settimane fa al Mugello, per le altre categoria il tracciato alle porte di Roma rappresentava l'appuntamento decisivo per l'assegnazione dei restanti titoli. Su tutti quello della Moto3, anche se il vantaggio (39 punti) con il quale Nicholas Spinelli si è presentato dal "Piero Taruffi" lasciava poco margine al più diretto inseguitore. Quell'Alberto Surra che ha comunque portato a casa una bella vittoria arrivata dopo un gran duello con Spinelli e la giovane rivelazione australiana Joel Kelso, che corre sotto le insegne del team Leopard Racing. In SS600 Lorenzo Gabellini non ha mancato l'appuntamento con la gloria, marcando stretto Massimo Roccoli e acciuffando un quinto posto, alle spalle del Campione italiano uscente, per conquistare lo scettro tricolore. Titoli ancora in bilico per Premoto3 e nella SS3300.

MOTO 3: SURRA SU KELSO, TITOLO A SPINELLI

Gara partita con il titolo Italiano praticamente già assegnato. Con Nicholas Spinelli che si presenta allo spegnersi del semaforo rosso con un vantaggio di 39 punti sul rivale Alberto Surra. Ma questo non ha impedito lo svolgersi di una bella battaglia in pista con Spinelli e Surra protagonisti insieme all’australiano Joel Kelso.

Dopo aver staccato il gruppo quando erano trascorsi tre quarti di gara, i tre hanno dato vita ad una bella lotta che ha visto premiare la caparbietà e determinazione di Surra nell’avere la meglio sull’australiano Kelso. Per Spinelli la partita si è interrotta sul più bello, rallentato da problemi di grip. Ma tanto è bastato per conquistare i punti necessari (ne servivano 11) per bissare il successo italiano del 2017. Sul traguardo Surra batte in volata Kelso e porta a casa la seconda vittoria stagionale dopo quella di Gara 1 ad Imola di fine giugno. Assente nel weekend il campione italiano uscente Kevin Zannoni, impegnato in Thailandia come wild card nel Mondiale Moto3.

SBK: PIRRO NON FA SCONTI

Con i giochi per il titolo SBK già archiviati due settimane fa al Mugello in favore di Michele Pirro, per i rivali la gara sul tracciato romano poteva essere l’occasione per regolare qualche conto con il pilota Ducati. Invece la sua fame di vittorie non conosce flessioni ed anche sul “Piero Taruffi” Pirro ha imposto la sua legge. Partito bene dalla quarta casella, Lorenzo Savadori ha provato ad infastidire il campione italiano compensando con delle grandi staccate al gap di prestazioni della sua Aprilia RSV4 nei confronti della Ducati Panigale V4 R.

Qualche giro però e Michele ha imposto il suo ritmo, superando il cesenate all’ottavo passaggio con un ingresso interno al veloce "Curvone", dopo un tentativo di leadership due giri prima (sempre al "Curvone", stavolta all’esterno subito dopo il traguardo), con Savadori però bravo a replicare.
Una volta in testa Pirro ha quindi inanellato diversi run sul passo sull’1.36 e per Savadori non c’è stata possibilità di replica.
Lorenzo comunque si consola con una stagione più che positiva che lo vedrà chiudere al secondo posto in campionato. Ora, con una gara ancora da disputare, lo attenderà la SBK nel Mondiale con Perdercini, anche se non è da escludere un prosieguo nell’Italiano per il prossimo anno.
Chiude il podio la Ducati marchiata Motocorsa di Samuele Cavalieri che al termine di un bel recupero, dopo aver perso posizioni nelle prime battute (partiva in prima fila) centra la terza posizione sul traguardo. Ne fa le spese Andrea Mantovani in calo nel finale con la sua BMW S1000 RR.

SS600: COLPACCIO DI GABELLINI

Tra le medie cilindrate Lorenzo Gabellini riesce ad avere la meglio su Massimo Roccoli. La gara, combattuta come sempre, ha visto un'altra vittoria per Davide Stirpe con la MV Agusta che domina e porta a casa il secondo successo dopo Gara 1 del Mugello di due settimane fa. Stirpe vince la battaglia, ma Lorenzo Gabellini, con il quinto posto e dopo un finale mozzafiato agguanta il titolo italiano, chiudendo in scia a Massimo Roccoli, quarto. Sul podio Stefano Valtulini, terzo con la Kawasaki e Mattia Casadei secondo ad oltre 4 secondi da Stirpe.

Per quel che riguarda la categorie di PreMoto3 e SS300 giochi per il titolo rimandati a domani. Nella Premoto3 vittoria a Luca Lunetta che allunga a 15 lunghezze il vantaggio su Filippo Bianchi oggi quarto. In SS300 vittoria per Thomas Brianti e domani, in Gara 2, sarà lotta all'ultimo respiro contro Emanuele Vocino (2°), Filippo Rovelli (oggi 3°) e Matteo Bertè (5°) per il titolo. I 4 sono separati in classifica da 23,5 punti.

Share

Articoli che potrebbero interessarti