Tu sei qui

Moto3, Foggia: "Mi sono sentito messo da parte dall'Academy, ora sono felice"

"La squadra ha puntato più sull'altro pilota dopo il mio distacco dalla VR46, che devo ringraziare per avermi permesso di arrivare sino a qui"

Moto3: Foggia: "Mi sono sentito messo da parte dall'Academy, ora sono felice"

L’Italia può festeggiare il primo azzurro sul podio di Aragon, ossia Dennis Foggia. Il romano ha condotto una gara di rimonta prima e di controllo sul finale, compiendo un ottimo ultimo giro e conquistando un terzo posto molto prezioso. Il 7 infatti non era mai salito sul podio in questa stagione, dato che l’ultimo piazzamento tra i primi tre risaliva alla Thailandia 2018.

“E’ passato forse troppo tempo dall’ultimo podio – racconta Dennis - ma quest’anno è stato un anno difficile. C’è stato il distacco tra me e l’academy così il team ha puntato un po’ di più sull’altro pilota (Vietti ndr), che il prossimo resterà. Mi sono sentito un po’ messo da parte ma sono rimasto concentrato, e sapevo che lavorando duro questo risultato sarebbe arrivato”.

Dennis parla a cuore aperto, e nonostante le frizioni non dimentica il lavoro condotto dall’organizzazione di Valentino Rossi.

“Devo ringraziare senza dubbio l’academy perché mi ha aiutato ad arrivare qui e a mettere più cattiveria in pista. La separazione è stata consensuale, ma non abbiamo litigato: è stata una scelta strategica, non vedo l’ora di finire al meglio e voltare poi pagina”.

Parlando della gara Dennis ha come detto fatto molto bene, nonostante la partenza dalla casella numero 11.

“Di solito parto sempre più indietro, mentre oggi ero leggermente più avanti e questo mi ha dato fiducia. Ero un po’ spaventato all’ultimo giro perché sapevo che all’ultima curva ci sarebbero stati tanti piloti pronti a lanciarsi per un posto sul podio, ma è andata bene. Ringrazio tanto la mia famiglia, specie mio padre Fabio, così come il team”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti