Tu sei qui

MotoGP, P. Espargarò: “Pedrosa ci ha aiutato e la KTM è migliorata”

“La strada è lunga, ma il contributo di Dani ha consentito alla moto di crescere, rimaniamo però consapevoli dei nostri limiti"

MotoGP: P. Espargarò: “Pedrosa ci ha aiutato e la KTM è migliorata”

Per quanto visto al venerdì, dal volto di Pol Espargarò trapela il sorriso. Lo spagnolo ha infatti dimostrato di essere competitivo in sella alla KTM, tanto da assicurarsi il sesto posto nella combinata. Una prestazione incoraggiante, in vista di un sabato dove la priorità sarà quella di garantirsi un piazzamento in Q2.

“Sono felice per quanto fatto quest’oggi – ha esordito Pol - il bilancio è stato positivo così come le sensazioni riscontate al mattino e al pomeriggio in sella alla moto. Visto lo scarso grip, era facile commettere degli errori e di conseguenza la priorità era quella di evitare inconvenienti”.

Un contributo importante è stato dato da Dani Pedrosa.

Durante i test Pedrosa ha provato diverse cose per migliorare l’anteriore della RC16 e i benefici si sono visti. Parte del merito di questi miglioramenti è da attribuire a Dani, ma allo stesso tempo anche a noi piloti e tutto il team che ha lavorato duramente. Penso sia una combinazione di cose”.

Lo spagnolo traccia poi un bilancio generale.

“Come ben sapete il nostro progetto è iniziato da pochi anni e di conseguenza è evidente che ci sia del margine da colmare nei confronti con i big. Ovviamente siamo consapevoli dei nostri limiti, ma allo stesso tempo credo che stiamo seguendo la giusta direzione”.  

L’attenzione del portacolori KTM torna poi sulla giornata.

“Dopo il test eravamo preoccupati per lo scarso grip del tracciato, ma alla fine credo che il nostro ritmo sia buono e per quanto visto la moto funziona bene. Più che il giro secco la priorità è il passo gara, dato che domenica ci aspetta una gara lunga dove servirà avere il ritmo necessario”.

Pol entra quindi nel dettaglio di quanto svolto.

“Quest’oggi ci siamo più che altro concentrati sull’anteriore e il telaio, alla fine le sensazioni sono state buone. Abbiamo inoltre lavorato con gomme usate in modo da capire quale potesse essere la nostra competitività, così come le sospensioni.  Lavorato su gomme usate. I ragazzi hanno lavorato duramente per migliorarci. La cosa fondamentale è quella di proseguire con questa progressione ed essere in Q2 domani

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti