Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: “Un venerdì da incorniciare, ma le cose possono cambiare"”

“Il grip è un'incognita. A Silverstone c'era ma non siamo riusciti a essere veloci. Devo migliorare nel giro secco per essere nelle prime due file in qualifica”

MotoGP: Morbidelli: “Un venerdì da incorniciare, ma le cose possono cambiare"”

Share


Un venerdì all’insegna delle Yamaha. Bastano queste poche parole per descrivere quella che è stata la giornata inaugurale di Misano, con ben quattro M1 nei primi cinque posti. Tra queste spicca anche quella di Franco Morbidelli, autore del quarto crono a fine giornata.

Al portacolori del team SIC Petronas è mancato lo spunto sul giro secco, ma per quanto riguarda il passo gara le sue sensazioni sono migliori.

È stato un inizio positivo per noi – ha esordito – stamani ho faticato a tratti, ma alla fine sono riuscito ad avere quelle sensazioni che volevo con la gomma media, trovando la giusta direzione da seguire. Peccato per il giro secco, quello resta sempre il mio punto debole, dato che non riesco ad essere performante quanto voglio, anche se dentro di me sono convinto di aver la possibilità per migliorare”.

A Misano c’è poi la questione del grip che tiene tutti i piloti sotto scacco.

“Tra la mattina e il pomeriggio le condizioni cambiano molto e col caldo c’è meno grip sulla pista, inoltre le gomme si usurano molto più velocemente”.

Intanto Franco si gode questa prima giornata con i migliori.

“È bellissimo, questo è un venerdì da ricordare per la Yamaha. A parte ciò il grip condizionerà parecchio il nostro weekend. L’aderenza è davvero particolare, dato che la situazione cambia da moto a moto, infatti sembra che la Ducati non lo accusi. Sotto questo punto di vista le cose sembrano andare meglio per noi, anche se a Silverstone, nonostante ci fosse grip, abbiamo dovuto rincorrere”.

A tal proposito il romano di Tavullia preferisce tenere il morale alto.

“La situazione al momento è positiva, ma non chiara. Come ben sappiamo in MotoGP tutto può cambiare velocemente, dato che non è un’equazione matematica essere forti. Dentro di me so però cosa fare per migliorare e di conseguenza per cercare di essere forte, dato che nei test siamo riusciti a essere competitivi”.

Morbidelli fissa infine l’obiettivo del sabato.

“Su una pista come questa sarà importante essere nelle prime due file in qualifica”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti