Tu sei qui

SBK, Lowes: "La Yamaha non mi vuole, ma non so il perché"

Alex ha una possibilità con Ten Kate: "E' un team con esperienza, che può portare avanti autonomamente lo sviluppo. Kawasaki? Difficile attualmente"

SBK: Lowes: "La Yamaha non mi vuole, ma non so il perché"

Portimao è terra di saliscendi, ma anche di mercato. Tanti sono i piloti senza ancora una firma sul contratto in vista del prossimo anno, ed uno di questi è Alex Lowes, attualmente terzo in campionato. Per l’inglese le offerte pare non manchino: le ultime voci parlano di un forte interessamento da parte del team Ten Kate, un’opzione che pare gradita a Sam.

“Ten Kate rappresenta per me una possibilità interessante – racconta - è un team che ha vinto il titolo in passato più volte ed hanno esperienza con le Yamaha. Quest’ultima ha fatto un grande lavoro sulla R1 ma manca ancora qualcosa per poter ambire al titolo, quindi forse lavorare separatamente sullo sviluppo come fa Ten Kate può essere una buona idea e un vantaggio”.

Ad ogni sorprende un po’ come Yamaha non confermi un piloti in un team per poi offrirgli un posto in altro: un qualcosa di poco chiaro nemmeno al numero 22.

“Non saprei il perché, dovresti chiedere a loro. Yamaha mi ha sempre trattato bene, ma non so la ragione di questo comportamento, forse vogliono provare qualcosa di diverso. Kawasaki? Sarebbe bello, il mio manager ha parlato con tante persone ma ad oggi non è una possibilità concreta”.

Mercato a parte, la pista ha parlato e Lowes ha chiuso la prima giornata in terza piazza, a pochi decimi dalla vetta della classifica. “Oggi mi sono sentito abbastanza bene in sella e penso di poter ancora migliorare. Abbiamo gomme diverse rispetto ai test, ed anche se la confidenza è leggermente diversa sono riuscito ad essere veloce”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti