Tu sei qui

SBK, FP1: E' subito Rea vs Bautista a Portimao: 1° Johnny, 2° Alvaro

Soli 78 millesimi separano i due contendenti per il titolo, 3° Lowes davanti a Razgatlioglu. 10° Rinaldi seguito da Davies, 13° Melandri

SBK: FP1: E' subito Rea vs Bautista a Portimao: 1° Johnny, 2° Alvaro

Share


Finalmente si torna a parlare di azione in pista per quanto riguarda la Superbike, con le FP1 appena concluse sotto il sole (quasi 30 gradi la temperatura) di Portimao. Una sessione che ha in parte confermato o valori in campo visti nei test, ma con qualche eccezione.

La prima conferma è Jonathan Rea, che chiude in testa il turno confermando di apprezzare particolarmente i saliscendi portoghesi e fermando il cronometro sul tempo di 1’41”931. Il nordirlandese è l’unico pilota capace di scendere sotto il muro dell’1’42, ma ecco che alle sue spalle c’è una prima piccola sorpresa.

Parliamo di Alvaro Bautista, secondo a soli 78 millesimi. Vedere lo spagnolo davanti non è una novità, ma viste le condizioni precarie e la volontà di Alvaro di “Preservarsi” il venerdì, questo risultato assume una valenza particolare e potrebbe essere un segnale in vista del proseguo del weekend. 14 i giri percorsi da Bautista, contro i 16 di Rea.

Un altro dato interessante è la presenza di tre case nelle prime tre piazze, vista la terza posizione di Alex Lowes (+0.120), il più veloce nei test e deciso più che mai a mostrare il suo valore. L’inglese è riuscito a precedere Toprak Razgatlioglu, che spesso è apparso veloce ma non è riuscito a mettere insieme il giro perfetto.

Alle sue spalle il suo (probabile) futuro compagno di team Michael Van Der Mark (+0.346), seguito a sua volta da Leon Haslam e Markus Reiterberger. Buona prova per il pilota BMW, miglior rappresentante della casa tedesca vista la 12° piazza di Tom Sykes, condizionato da una caduta alla curva 13 al pari di Jordi Torre, caduto alla curva 3.

Positivo anche il turno di Loris Baz e Sandro Cortese, con le due Yamaha “Private” dei team Ten Kate e GRT, mentre Michael Rinaldi chiude la top ten ad otto decimi. Soltanto 11° Chaz Davies, mentre Marco Melandri è 13° ad un secondo, con Alessandro Delbianco 20° a quasi quattro secondi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti