Tu sei qui

MotoGP, Miller: "io, alla guida di un 'chopper' nei primi giri di Silverstone"

"Il dispositivo 'holeshot' non si è disinnescato e mi sono trovato con la Desmosedici seduta sul posteriore con 20 moto che mi passavano da tutte le parti"

MotoGP: Miller: "io, alla guida di un 'chopper' nei primi giri di Silverstone"

Vi ricordate la 'farfalla' sulla piastra di sterzo della Ducati che serve a bloccare la sospensione posteriore e facilitare le partenze?

Bene, questo dispositivo ha sempre funzionato correttamente, ma a Silverstone Miller non ha frenato abbastanza forte da disinnescarlo, con il risultato di ritrovarsi la GP19 'seduta' sul posteriore. Non propriamente il miglior assetto per guidare nel gruppone.

"Sono partito bene, ma non sono riuscito a disattivare il mio dispositivo holeshot - ha spiegato Miller - così mi sono ritrovato dalla prima alla terza curva con l'assetto di un chopper. Ovviamente mi hanno passato tutti da tutte le parti. Il fatto è che la chiavetta che ci consente di migliorare la partenza non si usa sempre, ma a Silverstone ho pensato che fosse utile. Dipende dalla pista, a Phillip Island per esempio non possiamo usarlo perché per disinnestarsi ha bisogno di 'sentire' un trasferimento di carico. A Dovi comunque ha funzionato senza problemi. Nel mio caso, essendo io davanti, non ho potuto frenare con troppa decisione, visto che c'erano 20 moto dietro di me. Appena ho potuto ho fatto una specie di "stoppie" e sono riuscito a disingaggiarlo, ma è stato un brutto momento".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti