MotoGP, Iannone: “L’Austria? Per Aprilia sarà un’incognita come sempre”

A. Espargarò: "La RS-GP ha punti positivi, al Red Bull Ring utilizzerò alcune novità provate in occasione dell'ultimo test a Brno"

Share


Andrea Iannone è uno che la pista del Red Bull Ring ce l’ha ben impressa nella mente. Proprio qua, tre anni fa, conquistò in sella alla Ducati il primo e unico successo in MotoGP. La sua carriera l’ha poi visto salire in sella alla Suzuki per poi approdare in Aprilia.

Non manca quindi la curiosità da parte di The Maniac nel capire quale sarà il valore della sua RS-GP in Austria: “Per noi ogni pista è una incognita, dato che la affrontiamo insieme per la prima volta – ha commentato il pilota di Vasto –questo  è un tracciato particolare, con caratteristiche uniche e di conseguenza molto impegnativo. Sarà comunque una occasione per continuare a lavorare sui nostri punti deboli, sfruttando anche quanto provato a Brno”.

Iannone traccia quindi la strada da seguire e lo stesso discorso vale anche per Aleix Espargarò, reduce da un deludente fine settimana in Repubblica Ceca: “La scorsa settimana è mancato il risultato in gara – ha ricordato lo spagnolo - ma a livello di sensazioni ci sono stati dei punti positivi, come ad esempio la partenza”.

L’alfiere Aprilia evita quindi di scoraggiarsi:  “Il test è stato l'occasione per provare a fare un passo avanti, alcune componenti le avrà a disposizione anche qui in Austria – ha svelato - staremo a vedere come si evolverà il weekend, lo scorso anno abbiamo sofferto l'usura gomme quindi dovremo prestare particolare attenzione a questo aspetto".

Share

Articoli che potrebbero interessarti