Moto2, Alex come Marc: pole da alieno a Brno, 3° Baldassarri

Lo spagnolo rifila due secondi a Lowes e quattro all'azzurro. 4° Bulega davanti a Di Giannantonio e Bezzecchi, 13° Marini, 18° Bastianini

Share


Esattamente come per la MotoGP, anche le qualifiche della Moto2 sono state un vero thriller. La pista bagnata di inizio turno infatti si è rapidamente asciugata, concedendo ai più coraggiosi l’opportunità di montare le slick negli ultimi minuti ed abbassare il proprio tempo.

Una cosa è certa, in queste condizioni miste la famiglia Marquez riesce a fare cose per gli altri impensabili. Emulare il fratello Marc infatti era difficile, ma Alex ci è riuscito: sceso in pista con le slick infatti l’alfiere Estrella Galicia ha tirato fuori il coniglio dal cilindro, fermando il cronometro sul tempo di 2’06”787, ben due secondi meglio del secondo in classifica. “Con la gomma da bagnato non mi sentivo al meglio – spiega Alex - così ho provato con la slick ed ho fatto un grande giro. E’ stato rischioso ma sono felice, anche per il team”.

La seconda casella è di Sam Lowes, primo degli “Umani”, mentre chiude la prima fila Lorenzo Baldassarri, che torna tra le prime posizioni ma con quasi quattro secondi di ritardo. “Sono arrivato qui concentrato e carico, sono convinto che si possa chiudere molto bene la stagione. Le condizioni erano molto difficili, quando sono entrato in pista con le slick era più bagnato rispetto a stamattina, ho rischiato ma è andata bene”.

La seconda fila della griglia parla completamente italiano grazie a Nicolò Bulega, Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzechi che, passato dalla Q1, ritrova in condizioni difficili il sorriso in una stagione molto travagliata.

Settima piazza per Schrotter davanti a Bendsneyder, Dixon e Fernandez, che chiude la top ten a più di sei secondi e mezzo dal leader! Attardato Tom Luthi (12°), davanti a Luca Marini. Restando sugli azzurri, Enea Bastianini scatterà dalla 18° piazza, mentre Andrea Locatelli ha mancato l’approdo in Q2 dovendosi accontentare della 21° piazza, più avanti rispetto a Mattia Pasini (24°) e Stefano Manzi (27°).

Share

Articoli che potrebbero interessarti